Massaccesi: i residenti del centro-storico sotto assedio

Daniele Massaccesi 1' di lettura 01/04/2010 - "Come se non mancassero i disagi dei cantieri, dei parcheggi che non ci sono, delle feste, delle invasioni, dei rumori e degli schiamazzi, a tarda ora, adesso ci sono anche le multe notturne".

E’ troppo facile, dopo anni di disattenzione, e pur consapevoli di un problema vecchio ed allo stato non superato, colpire nella notte i cittadini, dimenticandosi del giorno, in cui c’è più libertà e tolleranza, per tutti, con un atteggiamento solo punitivo, repressivo, improvviso e quasi “dimostrativo”, e come tale incomprensibile.


Invece di studiare soluzioni alternative, e di programmare, si multa il cittadino, oltretutto residente, con una logica che si sposa solo con la copertura del disastro economico (e non solo) di Jesi, ma ben poco con la individuazione di criteri di vivibilità e di rispetto, e con il dialogo. Forse i cittadini preferirebbero non essere multati ma vedere più controlli, anche preventivi, nei luoghi in cui molti non vogliono o non possono entrare o fanno finta di non conoscere; forse si vorrebbe più legalità e sicurezza reale e meno attenzione alle sole casse comunali. I cittadini si sono stancati di essere trattati a Jesi come sudditi e di essere sottoposti a continue gabelle.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2010 alle 17:41 sul giornale del 02 aprile 2010 - 910 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL





logoEV