Maltrattava la figlia 14enne, marocchino rinviato a giudizio

Geografia giudiziaria 08/04/2010 - Maltrattava e picchiava ripetutamente la figlia minorenne. Ieri, il giudice del Tribunale di Ancona Francesca Zagoreo nell’udienza preliminare lo ha rinviato a giudizio. Il processo a carico dell’uomo, un 51enne marocchino residente a Santa Maria Nuova, si svolgerà il 7 luglio prossimo al Tribunale di Jesi.

I fatti risalgono al 2007- 2008, periodo in cui la ragazzina che all’epoca aveva 14 anni, ha subito i maltrattamenti e le botte del genitore. Sembra siano stati tre, forse quattro episodi. Ma solo ieri la triste vicenda di maltrattamenti tra le mura domestiche è arrivata in tribunale. Non è stato ancora chiarito per quale assurda motivazione l’uomo le abbia alzato le mani, forse per quel suo volersi integrare e voler vivere all’occidentale. Fatto sta che l’uomo - A.M., 51 anni, originario del Marocco ma residente in Italia da molti anni - è comparso ieri davanti al gup del Tribunale di Ancona Francesca Zagoreo. Accusato di maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli, è stato rinviato a giudizio. Il processo a suo carico inizierà il prossimo 7 luglio al Tribunale di Jesi. Il gup non ha accolto l’istanza presentata dall’avvocato difensore di ‘non luogo a procedere’.





Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2010 alle 00:31 sul giornale del 08 aprile 2010 - 934 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tribunale, giustizia