Maiolati: laMarca eurofolk sempre più una vetrina per i gruppi di musica tradizionale

11/04/2010 - La selezione italiana, laMarca eurofolk, quest’anno si terrà tra il 1 e il 4 luglio 2010, sempre a Maiolati Spontini, (AN), nelle Marche, con la presenza dei gruppi italiani e stranieri.

I gruppi italiani composti, almeno per la metà, da giovani sotto i 35 anni sono invitati a inviare il loro materiale all’associazione l’albero del maggio che cura la preselezione e l’organizzazione del festival. Verrà ripetuto l’incontro, unico nei concorsi di questo genere, durante il quale i gruppi si raccontano ai giurati e al pubblico e l’incontro finale tra giuria e gruppi, durante il quale i musicisti avranno la possibilità di ricevere e discutere le opinioni dei giurati. Ci sembra giusto, infatti, che un concorso, oltre a dare la possibilità ai gruppi emergenti di farsi conoscere, possa servire anche come momento nel quale i giovani musicisti ricevono osservazioni e suggerimenti da parte di esperti del settore. La novità di quest’anno rispetto agli anni scorsi, sono le seguenti. Aumentano i rimborsi spese, aumenta la quota dei fuori età e, soprattutto, i premi saranno ben più di uno. Infatti, oltre al premio Cercare e Ri-Cercare, verranno messe in palio le partecipazioni ad un festival portoghese (Entrudaças), a ben 3 festival sul territorio spagnolo (Tradicionarius, Duf, Eurofolk) e ad uno italiano.


LaMarca eurofolk diventa sempre meno un concorso e sempre più una vetrina per i gruppi di musica tradizionale italiana che vogliono farsi conoscere sul territorio nazionale e all’estero. A titolo di esempio Damadakà, vincitore nel 2006, ha suonato in ben 4 festival tra Portogallo e Spagna. I vincitori saranno scelti da una giuria di esperti e dai delegati dei festival che istituiscono i premi. Per maggiori informazioni sui requisiti, sui premi, sui rimborsi e sui festival in palio, si veda il regolamento integrale sul sito www.lamarcafolk.it. Come sempre il programma del festival, oltre ai concerti, prevederà laboratori di musica, di danza popolare e di giochi tradizionali, incontri e dibattiti sulla tradizione e, quest’anno, sarà anche teatro della presentazione e dei laboratori riguardanti il violone, importante strumento della tradizione musicale marchigiana in “pericolo di estinzione” e oggetto di uno specifico progetto di recupero da parte dell’associazione l’albero del maggio.


da Associazione "L'albero del maggio"




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2010 alle 16:46 sul giornale del 12 aprile 2010 - 769 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, Maiolati Spontini, tradizione, Associazione "L'albero del maggio", laMarca eurofolk