Giunta della discordia, in ballo anche Dario Romano. Bufera Pd

dario romano 2' di lettura 12/04/2010 - La nuova giunta ancora deve nascere ed è già nella bufera. Tra ventiquattro ore il sindaco Maurizio Mangialardi annuncerà la nuova squadra di governo ma le acque all'interno della maggioranza sono quanto mai agitate.

Il neo primo cittadino da giorni dice di avere pronta la nuova giunta ma i mugugni (che rischiano di trasformarsi in una bomba ad orologeria dopo la proclamazione ufficiale) non mancano. Malumori che covano in primis anche all'interno del Pd, praticamente in casa di Mangialardi. Dopo la riunione della segreteria, che ha fornito una rosa di candidati per la giunta, ieri sera si è riunita anche l'Unione Comunale per un'analisi del voto ma il clima della vigilia non era dei migliori.


Secondo le voci dei bene informati, l'attrito si sarebbe originato proprio tra il segretario del Pd Fabrizio Volpini, sempre al fianco di Mangialardi in campagna elettorale e che dovrebbe essere riconfermato in giunta, e il primo cittadino stesso. Per il segretario del Pd Mangialardi, in preda all'euforia della vittoria, starebbe decidendo con troppa autonomia e senza tenere in alcun conto le indicazioni arrivate dalla segreteria stessa. A far ribollire il sangue a Volpini (che in queste ore preferisce la via del silenzio) sarebbe stato un incontro fissato e poi saltato con Mangialardi. Alla posizione di Volpini fa seguito la presa di posizione di Mangialardi che punta i piedi e dice non voler rivelare i nomi dei suoi fidati in giunta fino al consiglio comunale.


La nuova giunta ad otto dovrebbe essere composta da quattro assessori del Pd, con le riconferme di Fabrizio Volpini e Gennaro Campanile e gli ingressi di Stefano Schiavoni e Paola Curzi. E qui già i primi disguidi. Per garantire le quote rosa, l'ingresso di Paola Curzi ha sacrificato la nomina in giunta di Simeone Sardella, quarto eletto con 220 preferenze. Due i seggi in giunta per la lista civica. Oltre all'ingresso di Maurizio Memè, Mangialardi sembrerebbe aver optato per la nomina di Dario Romano, giovane già esperto di politica, al posto di Rossana Berardi. Due le poltrone anche per la città Futura con la riconferma di Simone Ceresoni e l'ingresso di Francesca Paci. Niente assessorato invece per l'Idv. Enzo Monachesi, consigliere eletto dell'Italia dei Valori, sembrerebbe in pole position per la presidenza del Consiglio Comunale.






Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2010 alle 23:49 sul giornale del 13 aprile 2010 - 4372 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, giunta, dario romano





logoEV