Consiglio Comunale: polemiche per la nomina del presidente

2' di lettura 14/04/2010 - Con la nomina degli assessori cambiano, parzialmente, anche la formazione del Consiglio Comunale. Ma il vero colpo di scena lo riserva l'opposizione con Rifondazione Comunista che sceglie di “scomparire” dalla civica assise. Luigi Rebecchini, unico eletto della lista del Prc, ha annunciato di passare con il gruppo della lista Mancini Sindaco Partecipazione. 

Cambia la sostanza politica ma non cambiano i nomi, almeno per l'opposizione che conta dodici consiglieri. Si tratta di Gabriele Cameruccio, Alessandro Cicconi Massi, Alessandro Mazzarini, Enrico Rimini e Gabriele Girolimetti del Pdl, Roberto Paradisi del Coordinamento Civico, Tiziano Passani della Lega Nord, Fabrizio Marcantoni candidato sindaco (unico assente ieri in aula), Roberto Mancini, Paolo Battisti e Luigi Rebecchini di Mancini Sindaco, e Massimo Marcellini candidato sindaco di Insieme per Senigallia. Nuovi ingressi per i primi dei non eletti dovute alle nomine assessorili invece nelle fila della maggioranza che conta 18 consiglieri. Più numeroso di tutti il gruppo del Pd composto da Simeone Sardella, Ilaria Ramazzotti, Mauro Gregorini, Maurizio Salustri, Luciano Quagliarini, Giulio Donatiello, Lorenzo Magi Galluzzi, Massimiliano Giacchella e le new entry Simonetta Bucari, Oliviana Sartini, Margherita Angeletti e Vania Bucci. Per la Città Futura, con due consiglieri, si sono affacciati in consiglio Carlo Girolametti ed Enrico Pergolesi. Tre i consiglieri per la lista civica Vivi Senigallia che oltre agli eletti Mario Fiore e Adriano Brucchini elegge anche Dario Romano. Confermato il consigliere dell'IdV Enzo Monachesi cui è andata la presidenza del consiglio. I nuovi eletti in consiglio comunale saranno però nominati ufficialmente solo nella prossima seduta consiliare.


Proprio la presidenza del consiglio ha aperto la prima riunione fra le polemiche. L'opposizione si è detta contraria a che la scelta ricadesse su Monachesi. “Partiamo col piede sbagliato perchè la maggioranza vuole imporre una scelta già presa”-ha esordito Roberto Mancini. Per Gabriele Cameruccio “era necessaria una figura super partes con conoscenza del regolamento” mentre per Roberto Paradisi “la nomina di Monachesi non garantisce la minoranza”. Caduta nel vuoto la proposta di Luigi Rebecchini di nominare Giulio Donatiello, del Pd, che si è detto lusingato preferendo però “adeguarsi alle decisioni della maggioranza”. La nomina di Monachesi è passata con i17 voti della maggioranza. Votata con 25 voti a favore e 5 schede bianche invece la nomina di Alessandro Cicconi Massi, del Pdl, a vice presidente."Mi sento molto emozionato ed onorato per questa nomina -ha detto Monachesi- sarà garante del funziomento del Consiglio Comunale, ponendomi come garante imparziale di tutta l'assise".

Il Saluto del Sindaco al nuovo Consiglio Comunale






Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2010 alle 23:45 sul giornale del 15 aprile 2010 - 5923 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica


Secondo me il titolo è un tantino esagerato...ho assistito ad una normale dialettica...non mi pare che ci siano state particolari polemiche!

Sono contento della nomina di Alessandro Cicconi Massi a Vice presidente...mi pare una scelta saggia

Mancini, Rebecchini e Paradisi hanno polemizzato parecchio.<br />
Cameruccio ha espresso una critica forte, ma ha assunto una posizione conciliante.

Io credo che la nomina di Monachesi sia proprio super partes... ahahahahaha<br />
<br />
Ab uno disce omnis

Anche se so che Michele segnalerà il mio commento come sconsigliato lo inserisco lo stesso: in questo modo il consigliere Monachesi arrotonderà il suo "magrissimo" reddito annuale di bagnino di 10.000 euro (reddito dichiarato nella scorsa consiliatura e uscito sui giornali) con la prebenda da Presidente del Consiglio. Considero questa nomina come un gesto di generosità nei confronti di una famiglia che è in evidenti difficoltà economiche (perchè 10.000 euro l'anno sono poco più del reddito di un operaio cassaintegrato) <br />
<br />
Mi dispiace per Giulio Donatiello che, nonostante l'età e l'esperienza, si piega ancora alle logiche (qualche volta illogiche) della maggioranza !

Off-topic

Perché dovrei sconsigliarti?

Alium silere quod voles, primus sile. (Ciò che vuoi che un altro taccia, tacilo tu per primo)

Per l'ironia sottesa al commento circa il reddito di un consigliere comunale, bagnino, ora Presidente del consiglio, che mi sembra oggettivamente "risibile" e privo di dignità. Visto che i redditi dichiarati sono lordi, mi aspetto che si apra un dibattito "vero" su come si possa oggi vivere e mantenere una famiglia con 10.000 euro annui. <br />

Perfettamente in accordo con Moogli!! E'da tempo che continuo a chiedere al neo-Presidente Monachesi una spiegazione (niente altro di più;)come risposta? Un totale silenzio!! Se questo deve essere un uomo delle istituzioni!!! Dov'è il rispetto per i cittadini?

E fa pure parte di un partito che ha il coraggio di chiamarsi "Italia dei valori"... ancora non ho capito dove siano finiti quei valori.<br />
Penso sia stata una scelta completamente sbagliata.

Ricordando le ultime battaglie e gli scontri fisici in consiglio comunale, la scelta di Monachesi come presidente, appare molto azzeccata.

Sim fac

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Sono contento per l'acquisizione Di Alessandro Cicconi Massi della vice presidenza ,sono contento della rinuncia al simbolo della falce e martello da parte di Rebbecchini,è una scelta storica,posso condividere le parole di Mancini,l'opposizione è un bell'injgarbuglio,però,dico,non cominciate a fare subito polemica,guardate sul campo come va la sistuazione.Lo spirito civico è un dovere assoluto di tutti.Ripeto a tutti che siete lì per tutelare i senigalliesi,non per voi.Marcantoni sembra che non si vedrà più.Credo che ormai sia esaurito il suo ruolo politico a Senigallia.Richiedo ancora una volta a tutti una PROFESSIONE DI COSCIENZA.A priori guardo con favore al sindaco e alla giunta,la ritengo la migliore possibile in assoluto.Tutti gli altri progetti politici non erano idonei ad amministrare la città,ci vogliono esperienza tecnica e politica per amministrare una città,ci vuole anche una pluralità di voci,non si può fare una lista dei medici ,cioè non possiamo essere amministrati da medici,ma è giusto che Marcelini rappresenti le sue positive istanza fuori dal partito democratico.Io penso che un sistema maggioritario assoluto migliorerebbe la democrazia e non la peggiorerebbe.In inghilterra,un grande esempio democratico,vige da sempre questo sistema,quello del referendum che avrebbe premiato la lista prevalente.Almeno la gente è costretta a concertare e non a fare dei distinguo ,in questo modo...sempre garantendo l'impossibilità di sfiduciare sindaco e giunta.Se ci fosse un sistema maggioritario secco la sinistra,ched è la mia parte ne trarrebbe solo giovamento.Ovviamente bisogna mettere delle regole costituzionali ferreee a protezione della democrazia,ma per fortuna c'è già il trattato di Lisbona che ha un potere sovrastatuale.Vah' là.

Paradisi non riesce a guarire dal proprio egocentrismo.Io non so quanto creda nelle sue battaglie,io non lo vedo come una persona di passione politica,io penso che un po' di umiltà gli serva e anche che ha un po' rotto,nel senso che la sua intraprendenza è meglio che la usi in modo più costruttivo.Comunque,Paradisi serve.Io fuggbirei dalla democrazia come equilibrio dei poteri,le cose si fanno per la popolazione,non per il potere.Comunque ,al di là delle questioni giuridiche,un ripetitore telefonico in pieno centro abitato non mi piace.Ce ne era e non so se c'è pure uno forse all'interno della prorietà delle autolinee Bucci.Quindi,quando scrivo,rapresento solo me stesso,questa non è una dissociazione da nulla,io sono me stesso,non devo apparentarmi o dissociarmi a niente,se non alle persone dentro uno spirito comunitario e tutti,in tutti i ruoli della società ,dovremmo farlo,perché se ho questo spirito solo io,cosa posso portare di buono,voi che state in coinsiglio comunale ,cominciate a dare l'esempio,in sostanza fate il vostro dovere e non si fanno polemiche prima che inizi il gioco.La presidenza all'opposizione di qualcosa non si assegna da nessuna parte ahimé,non è che sia un problema di Senigallia.Comunque,mi è stato riferito da fonti dirette che polemiche ci sono state,eccome,un po' gratuite da parte di Paradisi,che se le è presa con Monachesi.Io sicuramente mai andrò ad un consiglio comunale,non voglio abbrutirmi la giornata,polemiche gratuite e delibere già decise,cioè,cominciate male,tutti,mi riferisco ai consiglieri,non alla giunta,bassta,perché non ribaltate allora le cariche di presidenza e vice presidenza del consiglio comunale?Mannagia il sistema proprorzionale.

Dopo questa notiziache leggo sul reddito,ribadisco la mia non simpatia personale verwso Monachesi,ma perché non mettere Marcellini,qualcuno di una lista civica..perché ha tradito il PD?

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Dimettetevi e dedicatevi alle vostre professioni,che è meglio.

Fortunatamente Mangialardi e Volpini non vanno d'accordo.Sulle dimissioni,non scherzo.Ci dovevavno essere da qualsiasi incarico politico già da dopo il fattaccio.cERTI VOTI,SI SA COME ARRIVANO,SONO CLIENTELARI.

Chi va in giro per ilk consiglio comunale con l'altoparlante e chi lancai sedie deve dimettersi,il secondo,Volpini ,avrebbe dovuto esere perseguito penalmente,se le sediate mi pare mirassero ad un bersaglio umano,ma come si fa....e ancora sono dentro.