Massaccesi: che miglioramenti tecnologici sono stati adottati per la Turbogas?

Daniele Massaccesi 2' di lettura 14/04/2010 - Lettera del consigliere Daniele Massaccesi al sindaco Fabiano Belcecchi riguardo al riconversione dell'ex Sadam.

Signor Sindaco,

dopo la mia del 01/03/2010, con cui manifestavo la sorpresa, a dir poco, per la Sua nota del 22-24/2/2010, di fatto costituente una non risposta, perché era Lei, semmai, che avrebbe dovuto interessare e coinvolgere il Dirigente dell’Ufficio Ambiente per avere i dati e le risposte che Le avevo chiesto, e che riguardavano non solo me ma anche Lei e tutta la città, e dopo la risposta avuta il 2/04/2010 dall’Ufficio Ambiente, che mi ha dato alcune delle risposte che Lei, in precedenza, ha fatto in modo di non dare (o di non voler avere), non so per quali motivi, e ferme le riserve su quanto dettomi nell’occasione, sono a chiedere ora, considerando che, per questi aspetti, la competenza istituzionale è esclusivamente la Sua - altri hanno espresso infatti un diniego al riguardo -: se Lei ha mai chiesto un parere “pro-veritate”, o una relazione di verifica tecnico-scientifica, circa la congruità del progetto di riconversione Sadam dal punto di vista impiantistico, sia sotto l’aspetto della compatibilità ambientale che delle capacità ricettive dell’ambiente, e nel caso a chi;


di confermare come intenda agire il Comune di Jesi per il mancato rispetto dell’art. 19 della Convenzione da parte di “SADAM”, o quali decisioni od accordi sono stati presi al riguardo, e se ci sono stati in merito eventuali pareri tecnici richiesti o sollecitati, meglio se esplicitati e documentati; di confermare espressamente, e per iscritto, anche con i relativi dati tecnici di cui dispone l’Ufficio competente, che quella realizzata – Turbogas – è stata sempre, ed è tuttora, una centrale di cogenerazione, per la produzione di energia elettrica e di calore;


di comunicare quali miglioramenti tecnologici sono stati adottati negli anni per la Turbogas, e soprattutto quali e quanti su proposta o richiesta del Comune, come peraltro è previsto nella Convenzione relativa, ed in ossequio alla stessa; di confermare se Lei, nella Sua responsabilità, si è munito di un parere legale, od almeno tecnico-giuridico, richiedendolo magari anche al Segretario Comunale o ad altri Funzionari o Dirigenti comunali, circa l’esistenza o la valutazione di possibili conseguenze, anche economico-patrimoniali o risarcitorie, che potrebbero derivare alla Città di Jesi se, per un diverso orientamento o pronunciamento, il Comune di Jesi decidesse di revocare la manifestazione di assenso (da Lei peraltro unilateralmente data) all’accordo sul piano di riconversione Sadam, firmato dal Comune di Jesi insieme ad altri Enti, ed allo stato asseritamente non vincolante, secondo quanto da Lei affermato.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2010 alle 18:10 sul giornale del 15 aprile 2010 - 642 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, sadam, fabiano belcecchi, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL, riconversione





logoEV