Controcanto: Marco Parente con 'Il diavolaccio'

15/04/2010 - Domenica 18 aprile, ore 21, al Teatro-Studio Valeria Moriconi di Jesi, Marco Parente con "Il Diavolaccio". Esclusiva Regionale.

Definito uno dei "talenti più luminosi e inafferrabili dell'ultimo decennio di musica italiana", Parente ha all'attivo sei album, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Carmen Consoli, Cristina Donà, Manuel Agnelli, Stefano Bollani, Paolo Benvegnù, Patty Pravo. Riceve il Premio Grinzane Cavour 2002 per la poesia e i testi musicali e collabora con i poeti della Beat Generation Lawrence Ferlinghetti, Ed Sanders, Anne Waldaman, John Giorno, Alejandro Jodorowsky.


"Il Diavolaccio" è il suo nuovo lavoro che, in un certo senso, prosegue il discorso iniziato con "Il rumore dei libri". Questa volta però il personaggio narrato, il Diavolaccio, è anche narrante, ed ha una sua personale storia da raccontare, la negazione della propria esistenza, che ci lascia la sola eredità delle nostre azioni e del nostro destino. E' una sorta di "moderna operina", che accoglie musica, danza, luce, poesia e letteratura e in cui il racconto è affidato, oltre che alla musica e ai testi di Parente, alle fiabe della tradizione russa e ad un breve racconto di Franz Kafka (La verità intorno a Sancho Panza). Una produzione Fondo Mole Vanvitelliana di Ancona con il sostegno della Regione Marche e del Ministero della Gioventù.

Ingresso libero.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2010 alle 19:39 sul giornale del 16 aprile 2010 - 812 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di spettacoli, arci ancona, controcanto, marco parente