Al teatro Pergolesi Eugenio Allegri è 'Il Dio bambino' di Giorgio Gaber

il dio bambino 20/04/2010 - All'interno della 12esima edizione della Stagione di Teatro Giovani del Teatro Pirata e della Fondazione Pergolesi Spontini, il Teatro Pergolesi presenta giovedì 22 aprile alle ore 21,15 un’imperdibile versione de Il Dio bambino, testo scritto nel 1993 da Giorgio Gaber in collaborazione con Sandro Luporini.

Lo spettacolo confermò la validità della drammaturgia proposta dall’eclettico artista milanese, scomparso nel 2003, e racconta di un uomo che si vanta di essere spontaneo, come un eterno fanciullo. La sua storia d'amore con una donna, che forse si aspetta di confrontarsi con un uomo più maturo, sarà felice? Che uomo era, negli anni '90, quello dipinto da Gaber? Ce lo racconta il Teatro dell'Archivolto di Genova in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber, con l'attenta regia di Giorgio Gallione. In scena, nel panni che furono di Gaber, un grande attore-narratore, artista di straordinaria tecnica e formazione, Eugenio Allegri.


Il Dio Bambino è una normalissima storia d’amore che dà l’occasione di indagare su quello che oggi dovrebbe essere un uomo: quali i suoi attributi, le sue caratteristiche, la sua maturità; capire se è compiuto o incompiuto, se ce l’ha fatta a diventare un uomo o se è rimasto un bambino che si vanta della sua affascinante spontaneità invece di vergognarsi di un’eterna incompiuta fanciullezza. Un uomo a confronto con una donna una storia d’amore che cerca di individuare quali siano oggi le differenze tra questi due esseri così simili e al tempo stesso così diversi.

Anche se Gaber e Luporini sono molto spietati nelle analisi, tra le righe c’è sempre un ponte con il futuro: una fiducia non tanto per l’uomo come è, ma per le sue fantastiche, incredibili possibilità.

I frammenti di canzoni di Gaber che contrappuntano il testo sottolineano, evocano e guidano lo spettatore dell’interpretazione di un resoconto teatrale di tragicomica, potente contemporaneità. A margine del cartellone, “Live-in”, Eugenio Allegri - da lunedì a Jesi - propone ai giovani uno stage teatrale su caratteristiche e segreti della Commedia dell’Arte presso il Teatro Studio Moriconi di Jesi.


Nella sua trentennale esperienza, Eugenio Allegri ha avuto modo di lavorare a contatto con registi e attori come Jacques Lecoq, Leo De Berardinis, Dario Fo. E’ noto al grande pubblico grazie a monologhi di particolare efficacia come La storia di Cyrano (riscritto con Vacis dall’opera di Rostand), Shylock di Gareth Armstrong, L’uomo dell’Armadio di Ian McEwan e soprattutto grazie al “cult” Novecento, scritto per lui da Alessandro Baricco, per la regia di Gabriele Vacis. Particolarmente interessante è la sua ricerca sulla relazione tra parola e musica che ha visto collaborazioni con importanti musicisti e formazioni musicali quali – tra gli altri - la Banda Osiris, Stefano Bollani, Daniele Sepe.

La Stagione di Teatro Giovani “Live –In” si avvale del sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Marche-Servizio Beni e Attività Culturali, dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona, degli assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito, San Marcello.



Biglietti: 8 euro under 25 anni, intero 12 euro, gruppi scolastici 5 euro.


INFORMAZIONI

Biglietteria Teatro Pergolesi Tel. 0731/206888 – Fax 0731/224105

www.fondazionepergolesispontini.com biglietteria@fondazionepergolesispontini.com

Teatro Pirata Tel. 0731/56590 www.teatropirata.com box@teatropirata.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2010 alle 18:41 sul giornale del 21 aprile 2010 - 2451 letture

In questo articolo si parla di spettacolo, teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini