Anche Jesi ha partecipato alla IV Giornata europea per i diritti del malato

franco rosini 22/04/2010 - Anche Jesi ha partecipato alla IV Giornata europea per i diritti del malato promossa da Cittadinanzattiva, che ricorre ogni 18 aprile in tutta Europa.

In Italia, la Giornata quest’anno ha coinciso coi 30 anni di attività del Tribunale per i diritti del malato e si è celebrata con eventi di sensibilizzazione ed informazione ai cittadini sui propri diritti in sanità. In particolare, attraverso l’attività di informazione che i volontari del Tribunale per i diritti del malato e i chirurghi dell’ACOI (Associazione chirurghi ospedalieri italiani) hanno svolto congiuntamente nei reparti che hanno adottato la Carta della qualità in chirurgia, avviando un percorso per la qualità e la sicurezza nelle sale operatorie. A partire dal 18 aprile 2010, inoltre, è on line il sito web www.tribunaledirittimalato.it dedicato ai 30 anni del TdM: i cittadini possono trovarvi utili strumenti per conoscere i propri diritti e suggerire tematiche su cui è richiesto l'impegno del TdM.


"Ogni individuo ha il diritto di non subire danni derivanti dal cattivo funzionamento dei servizi sanitari o da errori medici e ha il diritto di accedere a servizi e trattamenti sanitari che garantiscano elevati standard di sicurezza". È questo il testo del diritto alla sicurezza, contenuto nella Carta europea dei diritti del malato, il leit motiv degli eventi promossi dalle sedi locali del TdM in occasione della IV Giornata europea dei diritti del malato. In particolare, La Carta, promossa a partire dal 2007 dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in collaborazione con ACOI e Fiaso e in partnership con Johnson&Johnson Medical, è stata ad oggi sottoscritta da 115 reparti in tutta Italia e rappresenta un importante esempio di alleanza tra medici e cittadini per dare risposte concrete agli eventi avversi che possono verificarsi nelle strutture ed innestare un processo di miglioramento dell'assistenza nei reparti, restituendo a ciascun attore un ruolo attivo.


La Giornata Europea ha aperto ufficialmente le celebrazioni dei trent'anni di attività del Tribunale per i diritti del malato, che dureranno fino alla fine del 2010. La campagna di comunicazione del trentennale è direttamente ispirata alla Carta Europea; lo slogan è infatti "sostienici, non lasciare i tuoi diritti solo sulla carta", e accompagna cinque diversi spot audio e video su cinque dei diritti sanciti nella Carta stessa: diritto alla sicurezza, all'accesso, a non soffrire inutilmente, al tempo ed all'informazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2010 alle 15:43 sul giornale del 23 aprile 2010 - 718 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, CittadinanzAttiva, malato, franco rosini, cittadinaza attiva