La città ritrova il Liceo Classico grazie all’investimento della Provincia

conferenza stampa per l'inaugurazione del Liceo Classico di jesi 2' di lettura 25/04/2010 - La città ritrova il suo Liceo Classico, antico edifico sottoposto a lavori di restyling, adeguamento sismico e ristrutturazione. I lavori, sotto la direzione dell’ingegnere Alessandra Vallasciani, sono iniziati nel 2007 e si sono conclusi nei giorni scorsi. Sabato pomeriggio, il taglio del nastro alla presenza della presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande.

E’ proprio la Provincia ad aver finanziato i lavori, costati complessivamente due milioni e 300 mila euro. “Questo intervento - spiega la presidente della Provincia Patrizia Casagrande - è un esempio dell’impegno profuso dalla Provincia di Ancona nell’ambito dell’edilizia scolastica, che si caratterizza per qualità, efficacia, rispetto dei tempi programmati e soprattutto, per l’attenzione posta alle questioni della sicurezza dell’intera popolazione scolastica. Un impegno che qui a Jesi abbiamo avuto modo di dimostrare già in altre scuole e che confermeremo con la consegna, entro l’estate, delle nuove officine per gli istituti Itis e Ipsia, Oltre a garantire sicurezza e strutture adeguate alla didattica - conclude la presidente - vogliamo che le scuole del territorio diventino sempre più elementi di riqualificazione dei nostri centri urbani. Con il liceo classico abbiamo centrato questo obiettivo”.


“L’intervento principale di adeguamento sismico e ristrutturazione completa della parte di edificio affacciata su via Palestro e piazza Oberdan – spiega l’assessore all’edilizia scolastica Maurizio Quercetti – rientrava nel Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, per un investimento di un milione e 350 mila euro. Altri lavori hanno riguardato la riqualificazione degli infissi interni ed esterni (330 mila euro), l’adeguamento degli impianti elettrici, elettronici e antincendio ( 133 mila euro) e l’installazione di un ascensore (62 mila euro). A ciò va aggiunto il risanamento di una volta in muratura, le cui condizioni critiche sono emerse durante i lavori di adeguamento impiantistico (496 mila euro)”.


Commossa ed emozionata per il grande risultato raggiunto, la dirigente scolastica Giuliana Petta. Mentre l’assessore ai servizi educativi del Comune Bruna Aguzzi, ha commentato l’inaugurazione come la fine di “un lungo percorso - sottolinea - che porta l’edilizia scolastica a un livello alto, pari alla qualità del sistema formativo jesino e marchigiano, con dati lusinghieri e ben oltre agli standard educativi e formativi medi del centro Italia”.








Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2010 alle 17:47 sul giornale del 26 aprile 2010 - 3549 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, Talita Frezzi





logoEV