Al centro direzionale Esagono la festa conclusiva del 6° progetto scuola dell'Aurora Basket

Aurora Basket 27/04/2010 - Si è svolta ieri mattina presso la sala dei convegni del Centro Direzionale Esagono della Banca Popoare di Ancona, di fronte a oltre 340 ragazzi delle scuole Primarie di Jesi e della Vallesina, la festa conclusiva del 6° Progetto Scuola dell’Aurora Basket Jesi.

Anche quest’anno l’iniziativa del club arancio-blu ha veicolato per tutti gli istituiti primari dei Comuni del comprensorio jesino grazie alle visite settimanali dei giocatori professionisti della Fileni Bpa e dei tecnici del settore giovanile, i valori ed i dettami del Codice AtlEtico della BPA, che insegnano a competere sempre con la massima correttezza e rispetto dell’avversario.


Alla cerimonia presentata dal giornalista Andrea Carloni erano presenti, oltre i festanti alunni di undici delle sedici scuole coinvolte quest’anno, rappresentanti dell’Aurora, dell’istituto di credito (title-sponsor da 13 anni) e dell’azienda Fileni: il direttore generale della Banca Popolare di Ancona Luciano Goffi, il presidente dell’Aurora Basket Carlo Barchiesi, il vice-presidente dell’Aurora Basket Brunello Felicandi, il general manager dell’Aurora Basket Luca Zenobi, tutti i giocatori della Fileni BPA, l’allenatore Maurizio Bartocci, gli allenatori del settore giovanile, il main-sponsor e cons. di amministrazione dell’Aurora Basket Livio Grilli, il resp. tecnico del settore Giovanile Vittorio Fiorentino e Carlo Rossetti in rappresentanza della Fileni. La regia del 6° Progetto Scuola dell’Aurora è stata curata, come sempre in maniera impeccabile, dal resp. marketing ed eventi dell’Aurora Basket, Altero Lardinelli. “E’ bello essere in questa sala convegni, solitamente piena di imprenditori e altre personalità con i quali la banca interloquisce – ha detto il direttore della BPA Luciano Goffi –, che oggi è piena di gioventù. Anche per questo motivo siamo felici di essere al fianco dell’Aurora Basket, insieme all’azienda Fileni, anche in questo momento difficile economicamente”. Non meno entusiasta il discorso del presidente aurorino Carlo Barchiesi (tra l’altro ex dirigente della BPA), che ha anche accennato alla partita importantissima di domenica pomeriggio contro l’Umana Venezia che varrà la salvezza, invitando tutti i ragazzini presenti insieme alle famiglie: “Il nostro Progetto scuola è un’iniziativa per promuovere la pratica sportiva nelle scuole. Dico qualsiasi pratica sportiva perché è importante per la salute, per socializzare e per imparare a convivere in un gruppo. Ma è importante a patto che ci sia sempre il rispetto delle regole e dell’etica sportiva. Proprio su questo punta il Progetto Scuola, che portiamo avanti con convinzione e continuità, diffondendo quelli che sono i valori etici dettati dal “Codice AtlEtico” della Banca Popolare di Ancona, il quale riunisce grandi campioni dello sport tra i quali quelli della nostra squadra, con Lupo Rossini in testa.


Pur rispettando l’avversario – ha detto Barchiesi rivolto ai ragazzi della platea –, bisogna sempre impegnarsi per vincere. Per noi, ad esempio, quella di domenica con Venezia è la partita più importante degli ultimi 20 anni. Arriva al termine di una stagione in cui abbiamo senz’altro fatto degli errori, ma siamo anche stati molto sfortunati, ad esempio con la serie di infortuni più lunga che si ricordi a Jesi. Perdere e retrocedere per noi sarebbe una macchia che avrà dei risvolti di tutti i tipi: morali, di immagine, ma anche economici. E quando dico economici non parlo solo per noi come società... Vorrei che questo concetto – ha concluso il presidente rivolgendosi con lo sguardo ai giocatori – sia chiaro a tutti!”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2010 alle 15:41 sul giornale del 28 aprile 2010 - 709 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, jesi, aurora basket jesi





logoEV