x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Torna la domenica di targhe alterne

2' di lettura
829
dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it

Comitati anti-elettrosmog

Quinta ed ultima giornata di targhe alterne domenica 16 ed a circolare nel territorio urbano, dalle ore 9 alle ore 17, potranno essere solo le auto con l'ultimo numero della targa pari.

Previste limitazioni e deroghe: le limitazioni sono per le auto pre Euro, Euro 1 ed Euro 2 (praticamente quelle immatricolate prima del 1993 per i veicoli a benzina e prima del 2000 per alcuni modelli a gasolio) a cui è totalmente interdetta la circolazione; le deroghe alla circolazione sono per varie tipologie di auto (ibride, a metano o gpl) e per determinate categorie di persone, meglio specificate nell’ordinanza consultabile al sito www.comune.jesi.an.it. È comunque consentita la circolazione per i veicoli anche di targa dispari purché con almeno tre persone a bordo. Lo Sportello Unico Servizi (info 800 580084) e la polizia municipale (0731 538234) restano a completa disposizione per fornire tutte le informazioni del caso.

Nella giornata di domenica saranno come sempre in servizio per i relativi controlli diverse pattuglie di vigili urbani, coadiuvate dalle varie associazioni di protezione civile che garantiranno attività di informazione alle porte della città. Domenica 23, poi, sarà poi la volta della giornata di blocco del traffico, sempre nella fascia oraria 9-17, con le medesime deroghe previste nell'ordinanza delle targhe alterne, compresa quella della libera circolazione delle auto con almeno tre persone a bordo. In tale giornata l'Amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni della città, ha programmato numerose iniziative che saranno presentate ufficialmente martedì prossimo.

“La parziale riduzione del traffico nelle giornate di domenica - ricorda l’Amministrazione comunale - si è accompagnata ad altre due iniziative. Quella già attuata del divieto dei mezzi pesanti lungo il tratto di Asse sud che attraversa il quartiere Prato e quella di prossimo avvio legata alla pedonalizzazione di Corso Matteotti. Abbiamo coniugato in questo modo un messaggio educativo sulla possibilità di vivere la città senza l'assillo dell'auto con interventi concreti richiesti giustamente dai cittadini. A conclusione di questi due mesi faremo il punto della situazione ed andremo al confronto con le altre principali città della provincia per condividere iniziative congiunte, visto che il problema del traffico delle auto e del relativo inquinamento è comune a tutti”.



Comitati anti-elettrosmog

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2010 alle 12:15 sul giornale del 15 maggio 2010 - 829 letture