x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Attivate le camere di degenza della Broncopneumologia

2' di lettura
768

asur marche
Sono già nuovamente attive le camere di degenza della Broncopneumologia, interessate da alcune infiltrazioni d’acqua, verificatesi in concomitanza con i forti temporali dei giorni scorsi.
I modesti lavori di ripristino sono sostanzialmente conclusi e le camere di degenza riacquistano quindi la piena funzionalità, con la riallocazione dei pazienti che erano stati prudenzialmente spostati in camere adiacenti. Come si ricorderà, il problema nasce dalla progettazione del “Carlo Urbani”: gli architetti inserirono giardini pensili (sostanzialmente delle vasche con terriccio, nelle quali far crescere dell’erba) sopra ad aree di degenza. Le vasche evidentemente non furono perfettamente impermeabilizzate nel corso dei lavori dalla ditta De Lieto e, di conseguenza, si sono verificate le infiltrazioni.

Immediatamente dopo il 2005, l’azienda ha eseguito lavori radicali per eliminare il problema. Tre giardini su cinque sono stati già rifatti, un quarto non ha mai presentato problemi, ora sarà la volta dell’ultimo, con la impermeabilizzazione a regola d’arte. Tutti i costi sono a carico della De Lieto, a cui furono trattenute a titolo precauzionale le somme necessarie. La Direzione della Zona Territoriale vuole quindi risolvere definitivamente il problema.

Nello stesso tempo intende fare un passo significativo sul cammino delle fonti di energia rinnovabili, trasformando una criticità in una opportunità. Si sta infatti valutando la possibilità di eliminare i giardini pensili ed installare al loro posto pannelli fotovoltaici, per la produzione di energia. Il perfetto orientamento e l’irraggiamento di cui beneficia l’ospedale “Carlo Urbani” sono un punto di partenza molto solido. Il quadro di riferimento è un progetto di più ampio respiro, legato all’Ospedale Modello ed alla valutazione dell’impronta ecologica (cioè l’impatto sull’ambiente) e alle opzioni per attuare significativi interventi volti alla realizzazione di un ospedale ecosostenibile.

A breve, nelle sedi opportune (ASUR, Comune, Regione), saranno avviate tutte le verifiche in termini di fattibilità, passando alla fase progettuale vera e propria, per definire gli interventi più idonei, non appena acquisiti i pareri favorevoli.


asur marche

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2010 alle 18:57 sul giornale del 21 maggio 2010 - 768 letture