U.t.p. sull'arretramento della ferrovia: sì ma con la metropolitana di superficie

trenitalia 1' di lettura 27/05/2010 -

Leggo l'articolo in merito all'arretramento dell'attuale linea ferroviaria costiera. La scrivente era favorevole qualche anno addietro allorquando se ne cominciò a parlare e lo resta ancor di più oggi che tutte le città soffrono l'invasione del traffico automobilistico che genera pm10 ed altri inquinanti nocivi alla salute in quantità.



Certamente l'attuale linea costiera non deve assolutamente essere smantellata, ma servire come metropolitana di superficie per cercare di incentivare il traffico locale su ferro integrato anche con servizi di autobus. Solo a queste condizioni potrà valere un arretramento della ferrovia costiera da Pesaro ad Ancona o Varano o una nuova zona da individuare dove costruire una nuova Stazione Centrale di Ancona.

La scrivente concorda anche con Legambiente alla quale chiede di aprire un confronto su tutti quei temi che riguardano il trasporto ferroviario e quello pubblico in generale. Insieme si può avere più forza per vincere le battaglie migliorative.


da Antonio Bruno
Segr. Prov. Associazione Utenti Trasporto Pubblico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2010 alle 19:37 sul giornale del 28 maggio 2010 - 2763 letture

In questo articolo si parla di attualità, antonio bruno, trenitalia


Lasciare l'attuale fascio di binari anche come metropolitana di superficie tanto vale lasciare la ferrovia come si trova ora. Nelle intenzioni delle Amministrazioni Provinciali, a mio parere, è proprio il loro posizionamento attuale che strozza le zone costiere con il continuo rumore nei centri abitati con il passaggio dei treni. Qualcuno potrà obiettare che ci saranno minori treni in movimento ma il fastidio lo danno lo stesso. Infine per quanto riguarda il baipassamento nella zona Api di Falconara per motivi di sicurezza, il gioco non vale la candela in termine di costi.

Sottoscrivo in pieno l'ipotesi di un....doppio binario: nell'entroterra la linea ferroviaria principale e, al posto della linea attuale, una metropolitana di superfice.<br />
Anche se ammetto che la vendita dei terreni liberati dalla litoranea per acqisire quelli destinati alla nuova linea non sarebbe male come fonte di finanziamento.<br />
Ma al momento, visto che c'è, perchè non cercare di sfruttare la possibilità della metropolitana di superficie, tantopiù che prima o poi dovranno partire queste benedette "autostrade del mare"?<br />
E' avvilente constatare come il paese più immerso nel mediterraneo abbia nella nautica solo la diportistica, le grandi comunicazioni e i grossi scambi commerciali e non il normale trasporto.<br />
(ovviamente a seconda del mare....).<br />

Sì e la metropolitana di superficie dove passerebbe? Se passa al posto della ferrovia, non serve e un tubo spostare la linea ferroviaria.<br />
<br />
E poi a cosa servirebbe la metropolitana di superficie? Abbiamo la complanare no?




logoEV