contatori statistiche

Calcio: Jesina, la società esprime profondo rammarico per l'episodio di anti-sportività

jesina calcio 1' di lettura 16/06/2010 -

La S.S.D. Jesina Calcio esprime grande soddisfazione per aver visto tornare il grande pubblico allo stadio Carotti per l'ultima partita stagionale contro i friulani del Kras. Al tempo stesso, la società esprime profondo rammarico e disappunto per l'episodio di anti-sportività che ha comportato pesanti sanzioni da parte del giudice sportivo.



La multa di 2.500 euro scaturita dal lancio di una bottiglia dalla tribuna peserà sulle casse della società, già impegnata nell'ingente esborso necessario alla presentazione della domanda di ripescaggio in Serie D. Ciò che è peggio è aver corso il rischio di non poter partecipare al ripescaggio per colpa di uno sconsiderato che evidentemente non ha a cuore le sorti della squadra leoncella.

La società sta comunque cercando di individuare il responsabile del gesto. Il vero pubblico della Jesina è quello che a fine partita ha applaudito i giocatori biancorossi per la fantastica stagione e gli avversari del Kras per una vittoria meritata sul campo; non è certo quello che approfitta di una sconfitta sportiva per sfogare le proprie frustrazioni. Un gesto isolato non può intaccare la reputazione di un pubblico che quest'anno ha dimostrato più volte grande maturità. La società si dichiara tuttavia intenzionata a lasciare qualora si dovessero verificare nuovamente episodi di questo genere.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2010 alle 15:11 sul giornale del 17 giugno 2010 - 980 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, jesina calcio, kras

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/o