Il Segno e il Sapore: Notte Bianca all'insegna dell'arte

Il Segno e il Sapore 01/07/2010 -

Notte bianca di Jesi sotto il segno dell’arte. Nello spazio Labotto, in via del fortino, nel cuore del centro storico della città, la rassegna “il Segno e il Sapore” presenta la diretta degli artisti. Dalla preparazione della lastra, all’incisione, alla stampa finita, l’opera, che si nasce sotto gli occhi dei visitatori, svela il segreto della tecnica calcografica antica di cinquecento anni.



Gli artisti partecipanti al workshop Abel Zeltman, Andrea silicati, Massimo Ippoliti, Luigi Pennacchietti, Fabrizio Carotti, Morena Chiodi, ed Elisa Latini produrranno e concluderanno i loro lavori in occasione della notte bianca di Jesi, il prossimo 3 luglio. Partita, mercoledì 30 giugno, la seconda fase della rassegna d’arte dedicata alla cultura del cibo “il Segno e il Sapore”, nello spazio Labotto in via del Fortino a Jesi, prevede un workshop con sette artisti che fino al 3 luglio, ogni giorno, dalle 18 alle 24, lavoreranno ad opere ispirate al cibo con la tecnica calcografica.

I partecipanti saranno a disposizione del pubblico per illustrare le opere e la tecnica utilizzata. Gli incontri previsti dalla rassegna, aggiornati ogni settimana con un nuovo tema legato al cibo, proseguiranno con altri due appuntamenti di quattro giorni, fino al prossimo 18 luglio.

Info 3407725990








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2010 alle 18:31 sul giornale del 02 luglio 2010 - 841 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, notte bianca, segni e suoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Lh