Da Staffolo a Montecarotto, 'Territori Sonori' colora di jazz piazze e teatri

2' di lettura 13/07/2010 -

Torna anche quest'anno, per la terza edizione, "Territori Sonori", il festival musicale, enogastronomico e teatrale che animerà le piazze di Arcevia, Castelbellino, Montecarotto, Senigallia e Staffolo.



L'evento si struttura proprio come un "viaggio tra sentire e gustare". Partirà già da giovedì e si sposterà per la vallata fino al prossimo 8 agosto. Tante le associazioni organizzatrici: Arcevia Jazz Feast, Orchestra Diretta, Ophus 1, Harmonia, Ars Musica, Colours Jazz Orchestra e Sjart.

"Senigallia crede molto in quest'iniziativa, sono tre anni che siamo presenti -ha spiegato Andrea Garbin, ufficio Politiche Giovanili-. L'edizione dell'anno scorso è stata molto interessante, in particolar modo la serie di affissioni fatte per la città. Siamo il primo comune ad ospitare l'edizione 2010, sul jazz abbiamo investito già in altre manifestazioni e continueremo a farlo." "Dobbiamo ringraziare chi organizza un evento così interessante -ha spiegato l'assessore alle Politiche Giovanili, Gennaro Campanile-. Siamo molto felici di essere gli "apripista" di quest'evento. Un calendario ricco di appuntamenti di qualità, con artisti di riferimento del jazz nazionale."

Si parte dunque domani in piazza Manni con l'evento Contemporaneamente, una performance musicale e pittoria di improvvisazione accompagnata da una degustazione della Coldiretti. Protagonisti i sassofoni di Fabrizio Mandolini, le chitarre di Gionni Di Clemente e la pittura di Carlo Cecchi.

"Quella di unire arte e musica è un'esperienza fantastica, soprattutto se fatta in modo del tutto improvvisato -ha spiegato l'organizzatore Pietro Vitale-. In ogni edizione di Contemporaneamente assistiamo a momenti molto emozionanti capaci di avvicinare le persone all'arte contemporanea e alla musica jazz." "Un applauso va senz'altro a Senigallia, una delle poche città sensibile ai problemi dell'arte e della cultura -ha detto il pittore Carlo Cecchi-. In questi anni mi sono avvicinato molto alla musica, anche attraverso la mia pittura. Sento un collegamento molto forte. L'opera che nascerà giovedì sera verrà regalata alla città."

Ma la rassegna Jazz non si fermerà a Senigallia. "Il 26 luglio saremo ad Arcevia -ha spiegato l'organizzatore Samuele Garofoli-. La compagnia Sineglossa metterà in scena lo spettacolo su Giovanna D'Arco, Eresia. Sarà completamente al buio e i musicisti jazz sarano quasi costretti ad improvvisare, dato che non ci saranno spartiti. Altro appuntamento importante sarà il prossimo 30 luglio sempre ad Arcevia con "Musica e Fumetti", un concerto della Big Baby Band e i disegni di Giampiero Wallnofer."

Altri appuntamenti importanti sono previsti per il 3 agosto ad Arcevia con il concerto finale degli allievi di Arcevia Jazz Festival, il 5 a Staffolo con il duo Morganti-La Maida e l'8 con il concerto del quartetto Antonangelo Giudice.








Questo è un articolo pubblicato il 13-07-2010 alle 15:48 sul giornale del 14 luglio 2010 - 1543 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi, samuele garofoli, gennaro campanile, Arcevia Jazz Feast, andrea garbin, carlo cecchi, pietro vitale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0N