In manette importante gruppo criminale: vittime del pizzo noti locali della costa

2' di lettura 15/07/2010 -

Nelle prime ore di questa mattina sono stati compiuti numerosi e importanti arresti da parte delle Squadre Mobili di Ancona e Macerata.



In manette sono finiti personaggi di spicco della criminalità marchigiana responsabili di una lunga serie di gravi reati di natura associativa, tra cui traffico di armi e di droga ed estorsioni di stampo mafioso ai danni di noti locali notturni, alcuni rinomatissimi, bar, balneari e concessionari d’automobili della costa adriatica in particolare della zona tra San Benedetto del Tronto e Fano.

Le attività commerciali erano costrette già da diverso tempo, attraverso minacce, incendi, violenze e danneggiamenti dei locali, a pagare il cosiddetto “fiore”, gergo calabrese per indicare il pizzo. Ma grazie all’importante lavoro di coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, l’aiuto delle Procure di Macerata e Pesaro e la grande collaborazione delle parti offese l’Operazione Gustav ha ottenuto eccellenti risultati portando agli arresti di Porcelli Agostino 38 anni pugliese, residente a Chiarino di Recanati, Maenza Francesco siciliano di 34 anni residente a Mondolfo, Bella Nicola Maria Giuseppe 36 anni siciliano residente a San Benedetto, Calvari Mirco 38 anni di Loreto, Sabini Sandro 44 anni di Montesicuro e Perricciolo Salvatore Roberto 30 anni residente a Montegranaro, Cavalieri Alessandro 25 anni di Portorecanati, Petrolati Alessandro 36 anni di Castel Colonna, questi ultimi già detenuti per accertate responsabilità criminali legate all’inchiesta. Sfuggito momentaneamente alla cattura B.L. giovane trentaduenne di Loreto anche lui ricercato come Perricciolo Giuseppe 58 calabrese e padre di Salvatore Roberto.

Gli arresti di oggi fanno parte di una complessa indagine, tutt’ora in corso, partita nei primi mesi del 2009 che aveva portato al sequestro di numerose armi ed esplosivi usati per le attività criminali del gruppo.


di Claudia Brazzoni
redazione@vivereancona.it






Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2010 alle 16:08 sul giornale del 16 luglio 2010 - 1713 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, droga, fano, san benedetto del tronto, polizia ancona, squadra mobile, estorsione, antimafia, claudia brazzoni, direzione distrettuale antimafia, traffico di armi, traffico di droga, luigi di clemente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ae7


Stano rubando un sacco di macchine in tutta la costa in queswto periodo,da tre mesi a questa parte;quelle nuove,dotate di chiave con codice.Chissà se c'è qualche collegamento con le<br />
attività menzionate.Sta tirando molta aria di........in giro,da un lustro ad oggi,ma anche da prima,esattamente fino a Fano e comprensorio.Il motivo lo conosco.




logoEV