Lasca alla cultura, la parola al PdCI

Partito dei Comunisti Italiani 1' di lettura 18/07/2010 -

Con Lasca alla Cultura, il Partito Democratico arriva a quota 4 assessorati in Giunta Comunale (la Aguzzi alla Sanità e allo Sport, Olivi allo Sviluppo Sostenibile e la Romagnoli all'Urbanistica). La parola passa al Pdci.



Rimane un solo assessorato, quello alle Opere Pubbliche e al Personale, al Partito dei Comunisti Italiani con Tonelli, uno ai Verdi con Maiolatesi (Politiche Ambientali) e uno ai Laici Liberali e Socialisti con Sorana (Innovazione Tecnologica).

Cosa ne pensa il PdCI? Avrebbe Preferito che il nuovo assessorato alla Cultura fosse assegnato al suo partito, dopo l'uscita dalla maggioranza di Rifondazione Comunista con Valentina Conti che deteneva l'incarico? "Assolutamente no- riferisce la coordinatrice del Partito Sabrina Priori-il nostro assessorato è uscito rafforzato dal rimpasto di Giunta: oltre ai Lavori Pubblici, a Tonelli è stato assegnato anche il Personale. Questo indica fiducia sia in Tonelli che nel nostro Partito da parte del Sindaco."

Dunque la linea del Partito è quella di condividere la scelta dell'ex- sindaco dimissionario Belcecchi. "Lasca potrà svolgere bene questo compito grazie alla grande esperienza politica che ha acquisito durante la sua carriera. Credo che in questo momento delicato per l'amministrazione comunale fosse necessario fare meno sconvolgimenti possibili in giunta: Lasca alla Cultura è un'ottima scelta, commenta la coordinatrice, per quanto ci riguarda non abbiamo mai chiesto nulla in particolare e non abbiamo niente da obiettare."






Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2010 alle 12:37 sul giornale del 19 luglio 2010 - 1173 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito dei Comunisti Italiani, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak1