Mangialardi sulla manovra finanziaria: 'Un colpo micidiale alle risorse dei Comuni'

maurizio mangialardi 2' di lettura 31/07/2010 -

La manovra finanziaria di mezza estate predisposta dal Governo e approvata in questi giorni in via definitiva dalla Camera con il voto di fiducia assesta un colpo micidiale alle risorse dei Comuni e alla qualità dei servizi delle comunità locali.



Mentre i bollettini governativi e le televisioni amiche del premier si affannano a qualificare questo provvedimento come un atto ispirato a una logica anti sprechi e perfettamente in linea con le Finanziarie approvate negli altri Paesi europei, la realtà che si profila appare invece molto diversa: è quella di una manovra sbagliata perché contiene delle misure inique e non sostenibili per le istituzioni comunali e per i cittadini; è la realtà di una manovra ingiusta perché non colpisce chi ha di più ma se la piglia con i soliti noti: pensionati, pubblici dipendenti, giovani, anziani, coloro che vivono situazioni di disagio; è la realtà di una manovra inutile perché deprime i consumi senza essere in grado di concorrere al rilancio dell’economia attraverso una politica di investimenti e di valorizzazione dell’innovazione.

Nessuno mette in discussione la necessità di contribuire al risanamento dei conti pubblici. Il comparto dei Comuni del resto ha tenuto un comportamento molto virtuoso in questi anni, producendo un miglioramento dei saldi del comparto ben oltre gli obiettivi fissati dalla legge. Tuttavia, una manovra come questa rischia di mettere in ginocchio la stessa sopravvivenza di un welfare locale degno di questo nome. Come farà, dopo i tagli ai trasferimenti agli enti locali, un Comune come Senigallia, che ha assunto da sempre il sociale come priorità della propria azione amministrativa, a garantire la qualità di servizi essenziali come gli asili nido, l’assistenza a disabili e anziani, i contributi alle famiglie in difficoltà, le mense e i trasporti scolastici?

Si rischia, a causa di queste scelte inique del governo, di assistere a un brusco peggioramento della qualità della vita nelle nostre comunità locali e ad una messa in discussione dell’effettiva uguaglianza dei cittadini. Per questi motivi l’Amministrazione Comunale partecipa in prima fila all’azione portata avanti dall’ANCI nei confronti del Governo per arrivare alla dotazione in favore degli enti locali di un sistema di entrate stabile e congruo, e intende promuovere iniziative di sensibilizzazione in città per spiegare concretamente ai cittadini gli effetti delle misure contenute nella manovra finanziaria governativa.


da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2010 alle 15:43 sul giornale del 02 agosto 2010 - 2738 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, sindaco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOf


cosi la finirete di fare passerella ad ogni minuto.<br />
tanto poi interverra' la Coop adriatica di Cesano

Penso che questo passaggio tratto dal Vangelo di Luca calzi a pennello con il comunicato del sindaco:<br />
"Perché guardi la pagliuzza che è nell`occhio del tuo fratello, e non t`accorgi della trave che è nel tuo?"<br />
Ma questa politica di sostegno alle fasce più deboli come gli anziani, i giovani, coloro che vivono situazioni di disagio invece la nostra amministrazione locale come la fa? favorendo l'edilizia privata nella costruzione di innumerevoli palazzine con appartamenti venduti poi a peso d'oro? promettendo consumo zero del territorio e poi facendo devastare il nostro suolo dalle ruspe e riempendolo di cemento e asfalto?<br />
Una volta tanto per cortesia cerchiamo di essere coerenti, sì quella parola che tanto piace ai politici ma di cui nessuno sembra conoscerne il reale significato.<br />
<br />
Luca Panico

Certo, se non vi facevate fregare (mettiamola così) 2 milioni di euro per l'appalto della ex Gil, forse sta finanziaria l'avreste sopportata meglio.<br />
<br />
Quanto ai "bollettini governativi" e alle "televisioni amiche"...sì...direi che il discorso della pagliuzza e della trave calza perfettamente




logoEV