Leonhardt e Abbado al X Festival Pergolesi Spontini

Vincenzo De Vivo, Juliette Deschamps 15/09/2010 -

Continuano le Celebrazioni Pergolesiane organizzate dalla Fondazione Pergolesi Spontini per il trecentenario della nascita del compositore e musicista jesino.



La 'quattro giorni' di musica e concerti partirà venerdì 17 settembre alle 21 al Teatro La Fortuna di Monte San Vito, con il grande clavicembalista olandese Gustav Leonhardt, che per la prima voltà si esibirà nelle Marche con un concerto che alterna musica di Bach a compositori italiani del Sei-Settecento che hanno scritto per clavicembalo.

Si proseguirà sabato 18 e domenica 19 alle ore 21 al Teatro Comunale di Montecarotto con la rappresentazione scenica di 'La Servante Maitresse', con la regia di Juliette Deschamps che si è definita entusiasta di lavorare nelle terre natali di Pergolesi e afferma come "la Fondazione Pergolesi Spontini ci abbia permesso di essere una troupe come lo sarebbe stata ai tempi del compositore." La commedia, per la prima volta rappresentata in Italia, è affidata alle voci dei cantanti della Scuola dell'Opera di Bologna, Davide Bartolucci e Lavinia Bini, e all'Orchestra Progetto Sipario della Fondazione Pergolesi Spontini, il tutto diretto da Giacomo Sagripanti. Completa il cast Mattia Olivieri. L'opera è la versione francese de 'La Serva Padrona' che andò in scena a Parigi alla Comédie Italienne il 14 agosto 1754.

Sempre domenica 19, alle ore 18, si terrà il concerto 'Musica al quadrato' presso la Chiesa degli Aroli di Monsano con gli Artisti della Scuola di Formazione del Progetto Sipario, "primo intervento regionale con fondi comunitari che si propone di formare figure professionali nelle arti e nei mestieri dello spettacolo dal vivo", spiega William Graziosi, Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini.

A concludere il Festival ci penserà il Maestro Claudio Abbado, che torna a Jesi per la seconda volta, il 25 settembre alle ore 21 presso il Teatro G.B. Pergolesi di Jesi con l'opera 'Stabat Mater'. Nonostante i biglietti già esauriti da tempo, l'Assessore alla Cultura del Comune di Jesi Leonardo Lasca fa sapere che anche chi fosse sprovveduto di biglietto potrà godere dello spettacolo che verrà trasmesso su un teleschermo all'interno del Teatro Studio Valeria Moriconi, lontano dall'inevitabile confusione generata dalle bancarelle preparate per la Fiera di San Settimio.

"E' un bel cartellone di qualità- commenta il Sindaco di Jesi Fabiano Belcecchi, nonchè Presidente della Fondazione Pergolesi Spontini-che ci consente di mantenere alto quel livello raggiunto dal Festival anche in passato.".

Si parte allora venerdì 17 con Gustav Leonhardt al Teatro La Fortuna di Monte San Vito alle ore 21.








Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2010 alle 16:55 sul giornale del 16 settembre 2010 - 1053 letture

In questo articolo si parla di cultura, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b0Y