Monsano: la Festa del Buon Senso compie 10 anni

Rocchegiani, Coltorti, Fioretti 2' di lettura 15/09/2010 -

Con ospiti dal calibro di Don Luigi Ciotti, Gioacchino Genchi e Salvatore Borsellino, si apre la decima edizione della Festa del Buonsenso a Monsano, in programma sabato 18 e domenica 19 settembre.



"Quella del Buon Senso è una festa particolare nell'ambito delle manifestazioni della Vallesina- spiega Luca Fioretti, Sindaco di Monsano-è un'iniziativa che ruota attorno a temi etici e ambientali. Quello affrontato quest'anno è un argomento di stringente attualità, la legalità. Legalità nella politica, nelle istituzioni e nel nostro vivere quotidiano."

Si partirà dunque sabato 18 settembre alle ore 10,30 in Piazza dei Caduti con un dibattito intitolato '...sulla legalità...', cui prenderanno parte Don Luigi Ciotti, fondatore dell'associazione antimafia Libera, Carlo Maria Pesaresi, Assessore alla Cultura della Provincia di Ancona e lo stesso Sindaco di Monsano Fioretti. Assente per motivi personali Domenico Lucano, sindaco di Riace, un politico che "ha sposato la causa della legalità e dell'accoglienza agli extracomunitari in una zona- spiega Francesco Coltorti di Libera Jesi-con alto insediamento mafioso". La manifestazione continuerà sempre in Piazza dei Caduti sabato pomeriggio alle 17,30 con un altro dibattito cui parteciperanno Gioacchino Genchi, consulente tecnico dell'Autorità Giudiziaria che diede il suo contributo di esperto informatico nella risoluzione di tante indagini e processi peali, e Salvatore Borsellino, fratello minore del magistrato Paolo che tratteranno dei retroscena della strage di via D'Amelio che sembra sempre più "assumere la forma di una strage di Stato con interessi di mafia", commenta Francesco Coltorti.

Domenica 19 alle 10,30 presso la Pista di Pattinaggio di Monsano, dopo la celebrazione della Santa Messa, avverrà l'inaugurazione, con la presenza di Patrizia Casagrande, Presidente della Provincia di Ancona, del nuovo Parco pubblico del centro dedicato a Padre Pino Puglisi, che pagò con la vita la sua lotta alla mafia consistente nello strappare i bambini e i ragazzi alla file della malavita. "Un messaggio rivolto ai bambini del paese-spiega Fioretti-per far sì che la legalità intesa come rispetto delle regole e degli altri, sia sempre più presente nel loro presente e nel loro crescere quotidiano."

Allora, cos'è questo 'buon senso' di cui si parla tanto? "Sono dieci anni che cerchiamo di dare delle risposte a questa domanda con le nostre manifestazioni- spiega Mauro Rocchegiani, in rappresentanza di MonsanoCult che ha organizzato la festa-speriamo di continuare in futuro".

Alla Festa del Buon Senso, organizzata dall'Amministrazione Comunale di Monsano e dall'Associazione MonsanoCult, sarà presente anche uno stand della Bottega del Commercio Equosolidale, il marchio LiberaTerra che esporrà per la vendita prodotti confiscati alle mafie e la rivista Antimafia 2000.

L'appuntamento, a ingresso libero, è allora sabato 18 alle 10,30 in Piazza dei Caduti.








Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2010 alle 14:42 sul giornale del 16 settembre 2010 - 1491 letture

In questo articolo si parla di attualità, monsano, ilaria cofanelli, rocchegiani, coltorti, fioretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b93





logoEV