Ancona: crac Adriatica Manifatture, anche Ciotti tra gli indagati

gianni ciotti 1' di lettura 22/09/2010 -

Gianni Ciotti, il nuovo presidente di AnconAmbiente, indagato nell'ambito dell'inchiesta per il crac della Adriatica Manifatture Srl di Senigallia.



Il nome di Gianni Ciotti compare infatti insieme ad altri otto indagati in un'inchiesta per concorso in bancarotta fraudolenta avviata dal pm Giovanna Lebboroni, della Procura della Repubblica di Ancona. Società senigallese che gestiva anche alcuni negozi di abbigliamento ad Ancona, la Adriatica manifatture è fallita nel 2006, tanto che lo stesso Ciotti ha confermato di aver ricevuto l'avviso d'indagine quattro mesi fa.

L'esponente dell'Idv, da poco nominato presidente della municipalizzata AnconAmbiente (dopo essere stato alla guida di Ancona Entrate) è assistito da due avvocati, Paolo Pauri e Marco Pacchiarotti, e si è detto fiducioso in prospettiva di un'archiviazione, dopo aver presentato una memoria al pm per dimostrare la propria estraneità ai fatti.

"Ho documentato - sottolinea lo stesso Ciotti - al pm e alla Guardia di finanza, la trasparenza e la terzietà dell'attività svolta. E' certo che la curatela avrebbe incassato molti meno soldi se non fossero state eseguite quelle operazioni societarie. Sono tranquillo - ha concluso -, dopo le informazioni fornite, il pm dovrebbe chiedere l'archiviazione".

La difesa punta molto sulla decisione del tribunale fallimentare, che si è già espressa in merito all'estraneità ai fatti dell'amministratore anconetano. Dopo aver premesso circostanze quali la complessità del gruppo industriale, la situazione di "confusione gestionale delle varie società e il risultato della liquidazione fallimentare, il tribunale ha 'salvato' le operazioni prospettate da Ciotti nel piano di risanamento.






Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2010 alle 18:48 sul giornale del 23 settembre 2010 - 933 letture

In questo articolo si parla di attualità, emanuele barletta, gianni ciotti, adriatica manifatture, bancarotta fraudolenta, giovanna lebboroni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/csy