'A Scuola di Melodramma', un convegno sull'incontro tra le nuove generazioni e la lirica

convegno A Scuola di Melodramma 25/09/2010 -

Si è svolto venerdì 24 settembre, la prima edizione del convegno nazionale “A scuola di melodramma”, organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi.



Il convegno aveva l’obiettivo di fare un focus a livello italiano sulle pratiche e le teorie relative alla promozione della lirica presso le nuove generazioni. I saluti delle istituzioni sono stati portati a livello provinciale agli assessori Carlo Pesaresi (cultura) e Gianni Fiorentini (politiche sociali) e a livello comunale dall’assessore alla cultura del Comune di Jesi Leonardo Lasca. Gli assessori provinciali Carlo Pesaresi e Gianni Fiorentini hanno messo in evidenza che tale forma di incontro tra melodramma e giovani ha un duplice risvolto culturale e sociale, per sottolineare come la cultura, in tutte le sue forme, sia anche parte del welfare. William Graziosi, amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini, introducendo il convegno, ha messo in evidenza le numerose attività e il forte l’impegno della Fondazione nel promuovere progetti didattici e di formazione. Il dibattito si è poi aperto con il contributo importante di personalità e tecnici provenienti da molte regioni italiane i quali tutti hanno portato significativi contributi alla conoscenza di una realtà ricca di valori e attività ma povera di visibilità.

Tra i partecipanti: Loredana Perissinotto Presidente dell’Associazione Agita; Renato Pasqualetti Presidente della FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana; Gregorio Mazzarese Responsabile del Settore Education Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Gianfranco Gagliardi Amministratore Unico dei Teatri S.p.A. di Treviso; Fabrizio Giuliani Presidente dell’Associazione Teatro Giovani - Serra San Quirico; Luciano Borin Direttore Artistico Nova Cantica; Nicola Garbo Direttore Artistico de I Volti della Musica; i docenti della Scuola dell’infanzia Manzotti di Sappanico – Ancona; Maurizio Baratta, Coordinatore del Progetto di Formazione Orchestrale Giovanile “Sanitansamble” per L’Altra Napoli; Elena Cervigni, Responsabile del Progetto Ragazzi all'Opera per la Fondazione Pergolesi Spontini; Barbara Minghetti, Presidente del Teatro Sociale di Como - As.Li.Co.; Piero Mioli, Consigliere d’Arte dell’Accademia Filarmonica di Bologna. Nelle sue conclusioni, l’assessore Lasca ha posto l’accento sulla necessità di una rete virtuosa tra soggetti pubblici e privati impegnati nel settore, mantenendo l’identità progettuale e creativa di ciascuno ed al tempo stesso condivido le metodologie, in una fruttuosa logica di scambio di informazioni.

Lasca ha parlato inoltre di una rete dove tutti parlano a tutti, senza un centro motore unico che spesso si rivela essere un limite alla crescita delle sinergie tra i diversi soggetti. Tutti i partecipanti al Convegno sono stati concordi – dopo un lungo ed articolato dibattito con il pubblico presente – che tali appuntamenti, anche in forma seminariale, debbano essere ripetuti nel tempo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2010 alle 18:48 sul giornale del 27 settembre 2010 - 947 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, lirica, jesi, fondazione pergolesi spontini, gioveni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/czY





logoEV