contatori statistiche

Pdl: ingiustificabile quello che sta accadendo per la rotatoria alla Sadam

rotatoria 1' di lettura 07/10/2010 -

Il Comune di Jesi e il Comune di Monsano, non vedono o non vogliono vedere, il cantiere aperto dalla Provincia di Ancona per la costruzione della rotatoria davanti alla Sadam, sulla S.P. 76, all’uscita della zona industriale di Monsano, ai fini della realizzazione dell’allargamento della strada che confluirà con la rotatoria.



La pensilina della fermata degli autobus è stata rimossa, ma la fermata non è stata soppressa né è stata spostata temporaneamente, non garantendo così la massima sicurezza agli utenti, soprattutto studenti, che usufruiscono dei mezzi pubblici. Questi ultimi sono costretti ad aspettare l’arrivo degli autobus sul bordo della strada, in piedi e con le spalle attaccate alla rete del cantiere, davanti all’incrocio tra la S.P. 76 e la S.P. 21, con il rischio che gli autoveicoli li travolgano.

Circa tre settimane fa, in qualità di Consigliere Comunale ho informato della questione l’Assessore ai lavori pubblici, Stefano Tonelli, considerato che il cantiere è sul territorio del Comune di Jesi, con la speranza che se ne facesse carico personalmente: anche se il cantiere è, in effetti, sotto la responsabilità della Provincia di Ancona, credo che un intervento di sollecito sia doveroso, da parte di chi ricopre cariche istituzionali di responsabilità; a tutto oggi, il problema è irrisolto e non ho avuto notizie in merito.

A tal proposito il Consigliere Milva Magnani del PDL ha presentato in Provincia un’interrogazione per segnalare l’urgenza dell’intervento per la messa in sicurezza di tale fermata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2010 alle 11:35 sul giornale del 08 ottobre 2010 - 957 letture

In questo articolo si parla di politica, Cesare Santinelli, rotatoria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cZY





logoEV
logoEV