Uno scavatore sotto casa, sorpresa in via Cupetta

1' di lettura 07/10/2010 -

Uno scavatore a passeggio sotto casa. E' la scena che si è presentata agli abitanti di via Cupetta ieri pomeriggio. Un cingolato, probabilmente impegnato nel vicino cantiere, ha attraversato la strada lasciando anche evidenti segni sull'asfalto.



La segnalazione è arrivata da un lettore che ha immortalato la scena. Attorno alle 13 il mezzo cingolato ha percorso Via Cupetta sotto gli occhi stupiti di alcuni cittadini scesi in strada e affacciati ai condomini. Il mezzo pesante ha inevitabilmente lasciato dietro di sè i segni del passaggio, rovinando l'asfalto.








Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2010 alle 00:38 sul giornale del 08 ottobre 2010 - 4689 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cZR


Ma una macchina operatrice del genere può transitare su strada pubblica?

Altra domanda chi paga la sistemazione del manto stradale ma ancor prima di chi è?


Siamo all'ennesima dimostrazione pratica che ormai nelle strade di Senigallia, specie quelle in prossimità dei lavori per la complanare, vige la legge del far west. Non ci sono controlli, non ci sono regole, gli operai fanno come gli pare, la pubblica amministrazione non interviene,come dovrebbe a tutela dei cittadini, per effettuare controlli o sanzionare irregolarità. Quello che mi meraviglia è che ancora c'è gente che si stupisce per queste cose, quando è ormai da parecchio tempo che vengono denunciate. Forse perchè, come fece San Tommaso, non ci credono finchè non gli capita sotto il naso.

Luca Panico

Credo che l'escavatore possa transitare su strada; dalle foto non si capisce bene se ha rotto la strada oppure l'ha solo sporcata.
In entrambi i casi chi causa danni è costretto a pagare (ammesso che qualcuno li richieda ...)

Dalle foto che si vedono, il veicolo non è targato,
quindi, non può circolare su una strada pubblica, ma solo all'interno di un cantiere recintato.
Oltretutto, quasi sicuramente, non è neanche assicurato per la circolazione stradale.
Riassumendo, da quello che si vede e da quello che è stato scritto ha violato le seguenti norme:
1) art.114/2-7 a art. 110/6 cds
2) art.193/1-2 cds con conseguente sequestro del veicolo
3) art.15/1-2 cds con obbligo di ripristino dei luoghi


Ammappa che scoop!!
Ho l'impressione da tanto tempo ma sempre di più negli ultimi periodi che il giornalismo professionista (quello pagato) senigalliese abbia perso la bussola del proprio mestiere.

Per fortuna di cronaca nera a Senigallia ce ne è poca, quindi il fatto che ci sia chi usa le strade pubbliche per farne quello che gli pare è nel nostro piccolo uno scoop.

non so se è pagato, ma concordo assolutamente

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Spiegate al lettore che il mezzo è lo stesso che ha abbattuto la casa.. Da qualche parte doveva pur passare..

Confermo, non può assolutamente transitare. Se dovesse anche solo attraversare una strada pubblica (ad esempio se la strada taglia in due l'area di cantiere) deve usare delle protezioni per non rovinare l'asfalto e per non lasciare zolle di terra pericolose per la circolazione.

Sono assolutamente d'accordo con quello che dice Odino e vorrei chiedere una cosa: è normale che alle 7 di mattina i cantieri siano già operativi con scavatrici, operai e relativo eccessivo rumore?
Chiedere almeno un po' di rispetto per la gente che già deve subire i lavori è pretendere troppo?
Non me la prendo con i lavoratori ma con chi ha autorizzato l'inizio a quell'ora.

In teoria, non "doveva pur passare", ma essere trasportato.




logoEV