Elisabetta Allegrezza è la nuova segretaria del PD cittadino

elisabetta allegrezza e beatrice brignone 16/10/2010 -

È stata una sfida sul filo di lana quella che nel corso del wee-end ha portato all'elezione della nuova segretaria del Partito Democratico. Sabato sera, dopo lo spoglio dei voti espressi nella prima metà dei circoli, Beatrice Brignone era in vantaggio su Elisabetta Allegrezza per il solo voto di un delegato. Domenica alle 14.30, dopo lo spoglio dei voti del circolo di Marzocca, il penultimo a votare, c'è il sorpasso dell'Allegrezza, in vantaggio di 2 delegati. Al termine di tutti gli scrutini l'Allegrezza ha ottenuto 4 delegati in più.



Un sistema piuttosto complesso quello per eleggere la nuova composizione del direttivo cittadino del partito.Venerdì sera ad esprimere il proprio voto sono stati gli iscritti del Pd del IV circolo, quello della Pace. A vincere è stata la Brignone, la cui lista ha ottenuto 42 voti contro i 28 di quella della Allegrezza. Ma dal momento che il segretario viene eletto dai voti dei delegati, nel caso dei IV circolo, 7 sotto stati i delegati della Brignone e 4 quelli della Allegrezza.

Sabato pomeriggio poi si è votato nel I circolo, quello del centro cittadino. In questo caso a vincere è stata la Allegrezza che ha ottenuto 73 voti e 9 delegati, alla Brignone invece sono andati 57 voti e 7 delati.

Domenica, dalle 9 alle 12 hanno votato gli iscritti del III circolo di Marzocca, la Allegrezza è passata in vantaggio sulla Brignone. La Allegrezza infatti ha ottenuto 37 voti e 6 delegati mentre la Brignone 23 voti e 3 delegati.

Dominca pomeriggio è stato il turno del Circolo del Vallone, dove la Allegrezza ha conquistato 27 voti e 5 delegati, mentre la Brignone con 19 voti ha avuto 3 delegati.

Elisabetta Allegrezza ha quindi ottenuto 24 delegati, quattro in più dei 20 di Beatrice Brignone, e sarà eletta segretario del PD Senigalliese.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2010 alle 01:59 sul giornale del 18 ottobre 2010 - 5871 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, pd, Elisabetta Allegrezza, beatrice brignone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dmY


Mi chiedo: per il regolare svolgimento delle elezioni, lo spoglio non dovrebbe essere centralizzato e contemporaneo e avvenire solo quando tutti hanno votato? Dove mai s'è visto che si dà conto di risultati parziali? Vabbé il dilettantismo, ma qui mi pare più che altro una presa in giro...

Come negli USA, dove le primarie sono fatte stato per stato.. a me piace così.

...Daria... non ti pare un po' azzardato paragonare Senigallia e i suoi quattro borghi agli Usa? Mica stiamo parlando di un torneo cittadino di bocce...

Daria non ha tutti i torti. Quello è solo un esempio di come le primarie non debbano svolgersi per forza solo in contemporanea.....

così è ottimo non per la democrazia, ma per sapere come regolarsi negli altri circoli! ;-)

se i votanti si "regolano" e votano in base a come si è votato in altri seggi siamo al paradosso; pensavo si votasse per convincimento personale !! ; altro motivo comunque per considerare un grave errore da dilettanti questa scelta di non aprire le urne, tutte, solo a votazioni concluse.-

"pensavo si votasse per convincimento personale!!"... Maurizio, ma a forza di cascare dal pero, non hai paura di farti male sul serio, una volta o l'altra? :-)

Commento modificato il 16 ottobre 2010

Il discorso è un altro, Quilly. Le urne con le schede votate vanno aperte tutte assieme oppure no? Io dico tutte assieme, per evitare che i telefoni vadano in tilt e innocenti consanguinei in possesso di una iscrizione preziosa siano trascinati a forza al seggio.

O state giocando a Bingo con le lenticchie?

Raffaeli Claudio

Perfetto, cari signori, posso anche essere daccordo si poteva aspettare a dare i risultati ed aprire le urne. Forse è solo una questione organizzativa, dato che ogni seggio dovrebbe avere degli scrutatori un presidente ecc ecc. Poi magari se queste urne non sono custodite adeguatamente si grida ai brogli ecc, però in questo partito si litiga , ma si discute ci si divide ( anche troppo spesso) ma si pensa, si possono avere dei sopetti di chiamate alle urne forzate per sovvertire le votazioni, ma si vota...da altre parti si acclama!! o mi sbaglio...ho il sospetto che chi critica la democrazia interna del PD (migliorabile sia chiaro ) lo fa perchè da altre parti non esiste neanche questa democrazia, anche se imperfetta, e vi fa un pò rabbia è cosi o sono proprio fuori strada?? domanda sincera e non provocatoria attendo riscontri...buona serata a tutti

auguro alla mai ex compagna di classe, per come la conoscevo, di farcela.Credo che rappresenti veramente qualcosa di nuovo.Tutto il resto sono parole e parole..manifesto un sentimento puramente personale, ma,appunto , sentito.

Spero che sapere prima o dopo non cambi la coscienza delle persone;spero le persone abbinao una coscienza civile.Fare obiezioni sulla non contampoiraneità degli scrutini vuol dire asserire che le persone la coscienza(consapevolezza in sé e delle proprie idee senza condizionamenti) non ce l'hanno, allora mi chiedo per quale motivo si è interessati a votare (così viene detto prima), alle primarie che poi si dichiarano falsificate.Io non mi capacito di certi ragionamenti "lievemente" forzati.Lo scrivo da persona al di fuori completamente delle vicende e non interessato ad esse.Mi interessano prima le vicende umane, quello che leggo su un giornale online...mi pare che i reality show abiano influenzato tutta la cultura generale e non capisco questo mondo virtuale, pubblico un link, che riquarda facebook, ma non solo.http://www.facebook.com/l.php?u=http%253A%252F%252Flucachittaro.nova100.ilsole24ore.com%252F2010%252F03%252Fcome-usare-facebook-per-rovinarsi-limmagine-e-non-saperlo.html&h=e686c&ref=nf

leggere questi commenti è come guardare un puntata di zelig, sono delle semplici primarie per un segrataria di una piccola sezione del PD........

Tranquillo Leo: stavolta abbiamo mandato gli osservatori dell'OCSE... in Florida! E comunque è dalle periferie che partono cambiamento e restaurazione...

Sono d'accordo, errebi. La base è nelle periferie, non attorno a un caminetto romano. Ed è solo dalla base che può arrivare il cambiamento.

Dalla base quanto meno sta arrivando un forte segnale.
Comunque andrà a questo punto non ci si può negare che la compagine capitanata dalla senatrice, dalla presidente e dal consigliere regionale non eletto (trombato non mi sembra carino) uscirà alquanto ridimensionata da questa prova di democrazia partecipata che si sta svolgendo al suo interno.
Dalla periferia arriva aria di cambiamento è questo il segnale più importante. La base cara senatrice, l'unica legittimata a farlo, sta dettando la linea del partito

rosanna

Commento sconsigliato, leggilo comunque

rosanna

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Penso che questi risultati siano fatti ad arte dai plenopotenziari del PD (Amati, Volpini, Angeloni etc..) al fine di dimostrare che, pero in fondo, c'è democrazia e non votazioni bulgare. Però alla fine purtroppo vincerà l'Allegrezza (sulla quale nulla ho da obiettare salvo che poi risponderà ai poteri forti di cui sopra). Bene non mi rimane che iscrivermi a Fli, salvo vedere, ma non ci credo, la nomina della Brignone.

Raffaeli Claudio

Non ti sembra di avere le idee un pò confuse??
il PD che ti piaccia o no è un partito della sinistra se più ti può piacere di centro-sinistra
Fli se non sbaglio è il partito di Fini dunque di destra, forse una destra illuminata, ma sempre destra sicuramente destra....e allora se hai dei dubbi se votare PD o Fli vuolproprio dire che hai le idee confuse molto confuse....

Il complicato sistema elettorale vuole imitare quello statunitense alle presidenziali dei grandi elettori per ogni stato, quello per cui Al Gore, nel 2000, non è diventò presidente degli USA pur avendo ottenuto 500mila voti popolari in più di Bush a livvello federale."Governatori", delegati...poca sostanza.

Bene. Chi doveva vincere ha vinto, chi doveva perdere ha perso. Con grande onore, direi.

Ma un altra questione vorrei sottolineare: dove sono finiti tutti gli iscritti di DS, Margherita, Popolari prima, e PD della prima ora, poi? I votanti sono stati solo 296! Fossi nei panni dei dirigenti del PD ci rifletterei un po' su...

Pochi muniti fa si parlava, in tv,delle condizioni "difficili" degli immigrati a Castel Volturno, dell'opera di inserimento sociale che svolgono là le varie comunità delle Chiese Evangeliche, africane e italiane;questioni oggetivamente più profonde.

Ancora una volta non si è fatto chiarezza, questo congresso oltre allo squallore alla cerca del voto (usando mezzi del primo dopoguerra) ha sancito la divisione di questo partito. Da una parte a sostenere la neo segretario una componenti di varie correnti, dall'altra una solo componente. Questo deve far riflettere che ancora una volta pur di non perdere il "potere" ci si allea anche se si ottiene solo il 51% r magari fare poi il "salto della quaglia". Conclusione è che la nuova segretaria rischia di trovarsi in minoranza alle prime nomine. Vera vincitrice di questo congresso resta la Brignone e il suo gruppo.

Tante critiche e tutte molto poco costruttive...
Chi parla e non fa è inutile che interviene, è troppo facile ed è troppo comodo discutere dopo e a cose fatte senza essersi messi in gioco prima per cambiare la situazione. Si parla di democrazia e di come sarebbe meglio applicarla, ma forse ci si scorda che non dovevamo eleggere il capo del governo, (e sappiamo bene tutti come è andata a finire quando siamo stati chiamati a farlo). Il Partito Democratico non è una coalizione ma un Partito unico...all'interno abbiamo le stesse idee e portiamo avanti gli stessi progetti, l'elezione del segretario comunale doveva essere si un momento di incontro e di confronto ma di sicuro non doveva trasformarsi in uno scontro elettorale cosa che è invece avvenuta. La preferenza è andata a Elisabetta Allegrezza, benissimo! Si è fatta una votazione e questo è stato il risultato...chi piange per la sconfitta di Beatrice Brignone dovrebbe ricordarsi che non è salito al governo un partito di destra.
Ecco, io penso che questo atteggiamento è dannoso per il nostro Partito e non ci rende agli occhi di chi ci osserva dall'esterno quel partito unito come invece dovrebbe essere!

Al di là delle polemiche interne al PD credo che sia giusto fare comunque i migliori auguri a Elisabetta Allegrezza, persona che conosco e che ritengo degna di stima. Lasciamola lavorare poi si valuterà se è stata la scelta giusta.

Se da Roma cercano di proporsi come partito moderno ,riformista progressista andando oltre il consenso tradizionale, a Senigallia non mi pare ci sia nulla di tutto questo.Sempre le stesse persone da anni,loro o chi li deve rappresentare, un consenso cercato attraverso interventi dall'esterno ,nessuna differenza di intendere la politica e nesuna differenza dai modi di agire di una volta.Zero riflessioni programmatiche.è sempre il PCI senigalliese e suoi afiliati e questa è un po' una presa in giro verso chi si aspetterebbe altro da un partito proclamatosi più volte come proposta nuova e dinamica della politica.A Senigallia non c'è PD,né sua gestazione,nemmeno ci si prova;a Senigallia è sempre uguale,tanto non frega nulla a nessuno.Chi fu candidato , da qua , per il consiglio regionale, non mi pare ricevette catenzione pari a quella che riceve ora un possibile segretario comunale.Certo,egli non faceva parte della classe dirigente del vecchio PCI, forse rappresentava per molti un problema.Non ho notato alcuna calata dall'alto per lui.L'unica percezione del partito che ho a Senigallia è l'Unità esposta in Piazza Simonecelli, come succede da sempre,da quando passo per lì.Solo conservazione del potere dei soliti..Niente altro.

Auguri a d Elisabetta, è stata una vittoria sofferta, perciò ancora più bella.
Mi viene però da fare una considerazione, ma se i votanti erano solo gli iscritti, dove sono finiti tutti quelli che stavano nel PCI/PDS/DS? svaniti come nebbia al sole.
Altra considerazione, la sfidante è stata descritta dai suoi sostenitori come una outsider, armata solo di buona volontà, coraggio e trasparenza, lontana dai gruppi di potere. Ma allora perchè l'ex presidente del consiglio comunale ha fatto centinaia di telefonate per sollecitare il voto alla brignone, come d'altronde l'ex segretario/assessore volpini, o l'ex assessore alle finanze della prima giunta angeloni.
Altra considerazione, se tanto mi da tanto vuol dire che il pd è spaccato di brutto. Altro che dichiarazioni di volontà collaborativa, volemoce bene ecc. Credo che presto voleranno coltellate a raffica.
Che almeno servano per fare chiarezza, fuori chi ha perso e si riparta da zero. Se a qualcuno non sta bene il panorama politico attuale offre tante altre sistemazioni.

Altro che un pò. Io ci rifletterei parecchio.

Bene Ulisse, giustamente dopo aver celebrato il processo alle intenzioni, dopo aver individuato l'esecutore materiale del reato, la Brignone, dopo aver individuato il mandante, Volpini e la il capo dell'organizzazione, l'Angeloni, hai emesso giustamente la sentenza. In nome della legge dell'autoconservazione condanniamo all'espulsione dal partitoil gruppo di eretici e di conseguenza, caro Ulisse, l'oltre 40% dei tesserati e ti è andata bene che hanno votato solo i tesserati.
Il panorama politico offre tante soluzioni all'idea di partito che hai tu e la tua parte. Soluzioni e non sistemazioni quelle le cercano quelli come te e non chi anche contro la logica delle sistemazioni ha condotto questa battaglia ed ha portato quelli come te a non capire ancora il significato di una vittoria di Pirro

E' vero! Parole sante. Gli altri non hanno fatto lo straccio di una telefonata. Gli amministratori di Telecom, Vodafone e Wind hanno tentato un suicidio di massa.....

Cari malavida e quilly, forse vi è sfuggito un dettaglio nel mio commento. Provo a spiegarmi meglio, perchè sicuramente mi sono espresso male. Ebbene chi ha sempre accusato gli altri di essere i signori delle tessere, mi sembra, siano stati i sostenitori della brignone.
Ebbene io ho detto semplicemente che dietro di essa ci sono altrettanti signori delle tessere. Quindi finitivela di mistificare la realtà e prendete atto che nello scontro tra signori delle tessere hanno perso quelli che ne avevano meno. Nel contempo il PD cala nei consensi. Contenti voi, a me sta meglio.
PS
In particolare a malavida vorrei dire che il sottoscritto non ha mai fatto il processo a nessuna intenzione, i mandanti non me li sono sognati, li avete visti tutti, solo che io ho la sincerità di riconoscerlo.
Saluti