Quantcast

Asta lotti via Appennini quasi deserta, Massaccesi: 'ingenuità o incapacità?'

Daniele Massaccesi 1' di lettura 18/10/2010 -

Terreni in vendita, asta dei lotti di Via Appennini quasi deserta: ed ora?



C’è il concreto pericolo che, da una parte, il Comune, o meglio la “Progetto Jesi”, sua “derivazione”, impossibilitata a vendere, e pur elogiabile per gli sforzi fatti, debba far fronte agli ingenti oneri derivanti da interessi bancari e comunque agli obblighi contratti con le Banche, incrementando ulteriormente un passivo già di per sé insostenibile, quale quello “consolidato” del Comune e delle società controllate / partecipate, e, dall’altra, che qualcuno, anzi più di uno, anche del settore specifico, magari “casualmente” d’accordo, faccia il possibile per attendere ancora un po’ di tempo e per procrastinare ogni soluzione, chissà forse anche per approfittare dei “saldi” e delle “trattative private”.

Ci si domanda se in Comune ci sia solo ingenuità o se c’è l’incapacità di gestire un affaire “immobiliare”, scaricando su altri le responsabilità, per poi, alla fine, e come al solito, trovare una soluzione che non favorisce mai l’Amministrazione ma, semmai, alcuni terzi. Si auspica che chi non può prestarsi a queste procedure si voglia fermare e compiere un dignitoso atto di resipiscenza, non permettendo, almeno con il proprio contributo, simili scempi.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2010 alle 19:05 sul giornale del 19 ottobre 2010 - 1001 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, Daniele Massaccesi, asta, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dqX





logoEV