Quantcast

Chiaravalle: 'Er Carnevale sta pe’ finì' apre la stagione teatrale del 'Valle'

Er Carnevale sta pe’ finì 2' di lettura 19/10/2010 -

“Er Carnevale sta pe’ finì”, che debutta giovedì 21 ottobre alle ore 21 al teatro comunale “Valle”, apre la stagione teatrale di Chiaravalle. Commedia musicale in due atti - nata 18 anni fa dalla penna di Nicola Guerzoni e di Massimo Russo e rappresentata più di 100 volte a Roma – messa in scena dagli attori dell’associazione culturale “Eureka” compagnia che il dicembre scorso ha rappresentato “Natale in casa Cupiello” spettacolo che ha visto più di 2.500 spettatori.



“Er Carnevale sta pe’ finì” si ispira sia al “Rugantino” che alla filmografia di Luigi Magni (In nome del Papa Re”, “Nell’anno del Signore”) ed è ambientata nella Roma papalina, la cui resa scenografica è resa dalle opere del famoso acquarellista Ettore Roesler Franz che ne restituiscono sia l’epoca che le atmosfere.

Ambientata all’epoca dell’Unità d’Italia, la vicenda descrive le peripezie di un sediaro di nome Quinto alle prese con le consuete lotte per sbarcare il lunario. Vessato dai debiti e impegnato a portare avanti la famiglia, composta da una sorella “zitellona” (Gegia) il figlio Cecco, furfantello da quattro soldi, la figlia Flaminia, timorata e bigotta, il povero Quinto abita su una piazzetta dove vive anche un suo antico creditore, Memmo, un carrettiere burino e dal carattere irascibile.

La storia si complica quando Cecco, mosso dalla voglia di “sanare il bilancio familiare” propone al padre di mettere in atto un furto a casa della perfida Duchessa di Monterone, altra creditrice di Quinto. Nel castello è infatti conservato il tesoro dei Monterone, tesoro dal valore inestimabile.

Approfittando della festa di carnevale, il sediaro, la sorella ed il figlio si introducono furtivamente nelle sale del castello mascherati da ladroni. Ma la notte di martedì grasso riserverà loro parecchi colpi di scena… Ventuno tra attori e ballerini - sotto la regia di Massimo Russo - costumi d’epoca, musiche originali, coreografie di Alina Bianchi, scenografie tutte dipinte a mano ispirandosi agli acquerelli dell’artista Ettore Roesler Franz, arricchiscono una messa in scena che vuole divertire, trattando temi importanti quali quello della fame, dell’amore, della morte, della solidarietà.

“Er Carnevale sta pe’ finì” che debutta la sera del 21 ottobre e proseguirà sino al 24, per poi riprendere in replica dal 29 al 31 ottobre ed infine dal 5 al 7 novembre (inizio spettacolo ore 21, biglietto 15 euro, info 071/9499267 dalle 10 alle 13 e 071/74511020 dal venerdì alla domenica pomeriggio).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2010 alle 19:19 sul giornale del 20 ottobre 2010 - 1070 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Valeria Rabini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dtz