contatori statistiche

Massaccesi: 'Quali soluzioni per la carenza di spazi delle scuole dell'infanzia?'

Daniele Massaccesi 4' di lettura 26/10/2010 -

Scuole dell'infanzia: interpellanza del consigliere Daniele Massaccesi.



Il sottoscritto Daniele Massaccesi, Consigliere Comunale Consigliere Comunale - Gruppo PDL -, premesso di aver presentato, il 21/07/2008, la seguente interpellanza:

“….. tenuto conto che il 14 gennaio 2008 si è tenuto un Consiglio d’Istituto presso l’ Istituto Comprensivo “Carlo Urbani”, di Jesi; a tutt’oggi l’ Amministrazione Comunale non ha dato seguito alla costruzione di una nuova scuola dell’infanzia nella zona Gola della Rossa, ritenuta necessaria per dare risposta alle famiglie dell’ Istituto Comprensivo “Carlo Urbani” che, in questi anni, hanno visto esclusi i propri figli dalla frequenza della scuola dell’infanzia “Monte Tabor” per mancanza di posti disponibili con la conseguente formazione della lista di attesa;

le scuole dell’infanzia “Arcobaleno”, “Isola Felice”, “Gola della Rossa”, ospitate nella struttura di Piazzale Don Milani,hanno una capacità di accoglienza ridotta e sono fortemente penalizzate nell’ attività educativo-didattica per la carenza di spazi, con conseguenti problematiche e rischi per la sicurezza e per l’ igiene dei piccoli ospiti, di età compresa da 3 a 6 anni;

la struttura medesima di Piazzale Don Milani (trattasi di prefabbricati?), è stata costruita con le caratteristiche della somma urgenza, e considerata “provvisoria” e “temporanea”, sì che la stessa non può e non deve costituire una soluzione definitiva;

fin dal 2002 l’ Amministrazione Comunale, in un incontro svoltosi presso la Scuola Primaria “Monte Tabor”, alla presenza del Sindaco, degli Assessori ai Lavori Pubblici ed ai Servizi Educativi, Rossana Montecchiani e Paolo Cingolani, aveva garantito la realizzazione della nuova scuola dell’ infanzia nella zona nord della città nel corso del mandato, e precisamente in Via degli Appennini;

il 22 marzo 2007 i Genitori rappresentanti di Sezione e del Consiglio d’Istituto, nell’ incontro avuto con il Sindaco presso la Sala Consiliare, hanno rinnovato la richiesta e l’ esigenza di realizzazione della nuova Scuola in zona Gola della Rossa;

il Sindaco aveva concordato sulla priorità della realizzazione della nuova scuola e aveva promesso di “metterla in calendario” dopo l’ insediamento della nuova Giunta;

non risulta essersi svolto, salvo errori, l’ incontro congiunto richiesto, con il Sindaco e con gli assessori competenti ai Servizi Educativi ed ai Lavori Pubblici, nella seduta del 14 gennaio scorso tenutasi presso l’ Istituto”Carlo Urbani”;

CHIEDE

all’Amministrazione Comunale se è ritenuto necessario od opportuno, o magari se nel frattempo è stato già fatto, effettuare ulteriori analisi dei flussi demografici;

quale risposta e quali soluzioni si intende dare alla carenza di spazi delle attuali scuole dell‘infanzia della città, rispondendo così anche all’esigenza di soddisfare i bisogni dell’ utenza di questo territorio, problematiche tutte che si rinnovano ormai da anni;

quali sono i motivi della “scomparsa” del progetto della nuova scuola “Gola della Rossa” previsto nell’anno 2002 nel piano di lottizzazione in Via degli Appennini, e presentato alla Scuola “Monte Tabor” alla dirigente e ai genitori intervenuti già all’epoca;

di dare finalmente, e con carattere di urgenza, una risposta circa la realizzazione della nuova scuola dell‘infanzia “Gola della Rossa”, ed in particolare circa i tempi di essa, rispettando l’impegno assunto all’ epoca nei confronti dei cittadini, delle famiglie dei bambini della scuola “Gola della Rossa” e più in generale dell’intero Istituto Comprensivo Carlo Urbani, della dirigente e delle insegnanti delle scuole coinvolte…”,

tenuto conto

che i buoni propositi dell'Assessore Aguzzi circa la realizzazione, nel 2010, della nuova scuola materna Gola della Rossa, che attualmente è ospitata, con carattere di temporaneità, presso i prefabbricati in legno di piazzale Don Milani, sono andati in fumo, e che, di fatto, la zona 'alta' di Jesi, Via Gola della Rossa, che ha dato il nome alla scuola materna, è carente e mancante di una struttura del genere, con i bambini finiti in 'casette di legno' insieme alle maestre, tutti stipati, se non si erra, in due sole stanze dove pure mangiano, dormono e giocano, con spazi molto ristretti, facilitando così anche l’esposizione a malattie, ed in un luogo sì con un giardino ampio ma vicino ad un fosso ed in “compagnia” di smog (v. la particolare situazione viaria ivi esistente) e di piccioni, a tacer d’altro;

che nelle casette di legno convivono ormai da anni, e forzatamente, tre asili (mentre il tutto era stato concepito per due asili), Arcobaleno, Isola Felice e Gola della Rossa, ed il carattere di temporaneità sembra essersi trasformato in permanente;

chiede

quali provvedimenti sono stati adottati o quali iniziative sono state assunte per far sì che i propositi enunciati dall’Assessore Aguzzi circa la costruzione nel 2010 della nuova scuola materna “Gola della Rossa”, e già prevista in verità in un progetto del 2002, siano realizzati;

quali sono i tempi previsti per questa realizzazione, se il progetto è stato approvato, e così pure il budget di spesa relativo;

quali motivi hanno ritardato, per anni, una simile realizzazione.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2010 alle 19:11 sul giornale del 27 ottobre 2010 - 787 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, jesi, Daniele Massaccesi, asilo, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dKD





logoEV
logoEV