x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Filottrano: Udc, 'L'assessore ai lavori pubblici contro gli operai comunali'

2' di lettura
1134
da Udc

Dopo aver contraddetto pubblicamente i tecnici comunali nella triste vicenda della scuola elementare dando la sensazione che questi abbiano effettuato degli aggiustamenti - scrive in una nota Doriano Carnevali, coordinatore UdC Filottrano - adesso l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Filottrano si scaglia anche contro gli operai comunali accusandoli di lavorare poco.

In Consiglio Comunale pochi mesi fa per giustificare la scarsità dei lavori fatti sulle strade che sono piene di buche, oltre a ripetere fino alla nausea che è tutta colpa del patto di stabilità, arriva ad accusare anche gli operai comunali di scarso impegno. Dice l’Assessore a proposito degli operai comunali “Devo dire che quando ci fossero le condizioni non escludiamo che si possano iniziare anche delle procedure di licenziamento, voi conoscete tutti la normativa estremamente garantista che vige in questa nostra Italia”. Sull’ultimo numero del Giornalino comunale continua e rincara la dose “Se capitano gli scansafatiche sono dolori, perché licenziarli è molto difficile per una legge assurda che li favorisce. Comunque appena possibile licenzieremo”. Questo è quello che pensa l’Assessore ai lavori pubblici degli operai del Comune?

Non si riesce a comprendere come l’Assessore possa iniziare eventuali procedure di licenziamento su degli operai che in nessun modo rispondono o debbono rispondere alla sua persona. Ricordiamo infatti che gli operai comunali sono sotto la responsabilità del responsabile dell’Area. Sorprendono anche le accuse di elevato garantismo della legislatura italiana perché giungono da una persona che nei numerosi trascorsi politici vanta anche un lungo periodo di militanza nelle file del Partito Socialista. Partito che più di altri si è speso per assicurare ai lavoratori le giuste garanzie, contribuendo in maniera significativa alla stesura dello Statuto dei diritti dei lavoratori proprio con una persona di spicco del Psi, Gino Giugni. Noi dell’UdC pensiamo che siano tutt’altri i metodi che possono portare a far crescere la produttività dei lavoratori pubblici. Ma l’Assessore pensa veramente che dopo tali dichiarazioni gli operai comunali si facciano in quattro per un lavoro che è stato deciso da lui? Così invece di creare le condizioni per cercare di ridurre il problema, probabilmente si produrrà l’effetto contrario, riuscendo a ridurre la produttività anche di quelli che ne hanno una alta.

É del tutto evidente che la persona che governa i lavori pubblici del Comune non è più adeguata a svolgere le attività connesse con la carica. Si trova in disaccordo con i tecnici sulle scuole, smentendoli pubblicamente, adesso vuole anche licenziare gli operai per scarsa produttività pur non avendo nessuna competenza su di loro. Come può il Sindaco lasciarlo ancora al suo posto? Girare la testa dall’altra parte una volta si può anche fare, ripeterlo troppo spesso come in questo caso significa divenire corresponsabili.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2010 alle 16:27 sul giornale del 02 novembre 2010 - 1134 letture