Quantcast

Le mura sono macerie, al via i lavori per l'ascensore dei giardini delle carceri

Fabiano Belcecchi 1' di lettura 04/11/2010 -

Non c'è ancora un progetto, per ora solo una stima di massima. Quello che è certo è che da venerdì 5 Novembre riprenderanno i lavori di demolizione delle mura cittadine per lasciar spazio alla costruzione di un nuovo impianto di risalita a servizio dei parcheggi che si trovano nella zona Mastella.



Questo intervento rientra nel progetto 'Contratto di Quartiere' che prevede il recupero dell'area delle ex carceri e la sistemazione dei giardini.

Con l'imminente pedonalizzazione del corso, presumibilmente attiva già dal prossimo Natale, sono sempre più utili e necessari dei parcheggi attigui al centro storico e degli impianti di risalita che ne permettano il facile raggiungimento a piedi. Il sindaco di Jesi, Fabiano Belcecchi, ha spiegato l'utilità dell'ascensore che verrà costruito presso i giardini delle carceri.

E a chi parla di sfregio delle memorie storiche della cittadina, Belcecchi è chiaro e deciso: "Sto alle considerazioni di chi ha competenza di dire se le mura abbiano o no valore storico. La Sovrintendenza ai Beni Architettonici ha stabilito che si tratta di macerie senza alcun pregio o valore, un po' come gli scavi rivenuti presso Porta Valle." Le alternative infatti proposte alla Sovrintendenza da parte del Comune sono state tutte scartate. "Ha dato l'assenso l'autorità competente- continua il sindaco stroncando sul nascere qualsiasi polemica-ossia la Sovrintendenza che non ha impedito questo progetto."








Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2010 alle 14:11 sul giornale del 05 novembre 2010 - 1317 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Jesi, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/d2L





logoEV
logoEV