IdV: 'La variante al piano degli arenili spinta propulsiva all'economia'

idv senigallia logo 2' di lettura 06/11/2010 -

La variante urbanistica al piano degli arenili pensiamo sia una soluzione più che positiva. Una variante urbanistica, non un nuovo piano come da alcuni insinuato, che dà una risposta immediata (in questo momento di crisi economica) necessaria al commercio e alle imprese e che costituisce di fatto il punto di partenza e di analisi per la scrittura futura, e già programmata, di un piano degli arenili felicemente condiviso finalmente.



Una variante urbanistica rivoluzionaria, per la quale ringraziamo l’Assessore Simone Ceresoni per lo straordinario lavoro, che darà più opportunità al turismo e all’economia cittadina, darà opportunità e sviluppo agli operatori considerandoli componente economica e sociale rilevante e preserverà, svilupperà e valorizzerà il valore paesaggistico e ambientale della spiaggia e del mare. Una variante per la prima volta condivisa da associazioni di categoria, dalle imprese, dalla politica e dalla città (finalmente non solo dalla politica e dalla partitocrazia) non più impositiva (tagliando fuori le imprese dal mercato), che ottimizzerà gli spazi, in un momento come questo dove è importante spingere sulle possibilità di specializzare l’offerta turistica sia per gli stabilimenti balneari sia per la spiaggia libera. Importante secondo noi sarà l’opzione zero, che vedrà il mantenimento dei volumi e non prevederà nuove concessioni, la possibilità tra imprese diverse d’ora in avanti di collaborare facendo consorzi sulla base di un progetto presentato all’Amministrazione che ne valuterà la qualità.

Questa variante urbanistica è propulsiva all’economia e alle imprese commerciali, creerà vere e proprie sinergie economiche che in questo momento non ci sono. Pienamente soddisfacenti sono i nuovi servizi previsti come l’organizzazione di due nuovi stabilimenti, individuati nel Piano degli Arenili esistente, attrezzati per l’accoglienza degli animali d’affezione e i loro padroni e l’offerta per i turisti e per i cittadini di piccoli manufatti estivi per il ricovero notturno di ombrelloni e sdraie nella spiaggia libera; e anche la soluzione pensata per gli stabilimenti in zona erosa dal mare, entro il termine di due anni gli operatori sottoposti in zona di erosione possono decidersi di trasferirsi in una delle concessioni previste dall’attuale piano vigente, lasciando libera la zona occupata inizialmente. Poi più che una soddisfazione sarà per noi dell’Italia dei Valori Senigallia lo snellimento dell’aspetto burocratico e la semplificazione delle procedure che riconoscerà dignità, finalmente, agli operatori balneari che per lo spostamento, ad esempio, di una semplice fioriera rischiavano il penale e l’abuso edilizio, criminalizzando così la categoria economica e sociale. La variante urbanistica eviterà questi spiacevoli aspetti penali che diventeranno di competenza amministrativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2010 alle 18:38 sul giornale del 08 novembre 2010 - 2739 letture

In questo articolo si parla di variante, politica, spiaggia, senigallia, italia dei valori, idv senigallia, stefano canti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/d7D


...ehmmmm, scusate ma forse vi siete dimenticati un piccolo particolare: nessuno sa ancora cosa dice il Piano.
Magari trasmetterlo allegato ad un così entusiastico comunicato non sarebbe stato proprio malaccio, diciamo...

Grazie al cappero!
Serve al capoccia loro...per forza lo appoggiano senza neppure sapere di che cosa si parla.
Ma io di una cosa sono certo.
Sono certo che se la spiaggia di Senigallia dovesse diventare una nuova Baraccola di Ancona sul mare, con questo comunicato pubblicato l'IdV avrà piena responsabilità della scelta...

Grazie Lorenzo per aver detto quello che forse in pochi sanno.




logoEV