Quantcast

Maiolati: al via il primo laboratorio di costruzione del violone

2' di lettura 09/11/2010 -

Partirà mercoledì 10 novembre il primo laboratorio di costruzione del Violone, strumento marchigiano tipico dell’area del fabrianese che rischiava di scomparire con la morte dell’ultimo suonatore di tradizione. A condurre il laboratorio, nella sua bottega di Jesi, sarà il noto maestro liutaio Giuseppe Quagliano.



Per 20 giorni, i partecipanti si metteranno alla costruzione di quattro nuovi esemplari di violone. Gli strumenti nati da questo laboratorio saranno poi utilizzati sul territorio dagli stessi costruttori-suonatori, che di fatto ne diventeranno proprietari, e suonati nelle questue del maggio così come da tradizione. Dopo essere stato recuperato grazie ad un progetto dell’assessorato alla Cultura del Comune e dell’associazione “L’Albero del maggio”, l’antico strumento riscopre, dunque, una nuova giovinezza.

“Grazie a questo progetto – spiega l’assessore alla Cultura Sandro Grizi – il Violone viene recuperato sia in senso performativo che formativo, con la trasmissione di un patrimonio sia musicale che artigianale del territorio. Il Progetto Violone, a cura de l’Albero del Maggio, si realizza grazie al contributo della Provincia, tramite il programma Cohabitat, e della Sogenus”. Tornerà a suonare, dunque, la voce di uno strumento legato al territorio, alla sua identità culturale più intima e alle sue vive tradizioni. Ma non solo. Sarà restituita agli stessi suonatori l’arte della costruzione del proprio strumento, così come avveniva in passato. Il Progetto Violone permette la trasmissione diretta dell'arte della liuteria e la diffusione di competenze legate all'artigianato locale marchigiano, patrimonio di tradizione da non disperdere.

La prima fase del “Progetto Violone” era stata presentata lo scorso maggio alla biblioteca “eFFeMMe23” di Moie, nell’ambito del primo evento de “LaMarca eurofolk 2010”. In quell’occasione l’associazione l’Albero del Maggio aveva consegnato in comodato d'uso gratuito al gruppo Cantamaggio fabrianese il nuovo Violone commissionato allo stesso liutaio Quagliano. La ricostruzione è stata possibile sulla base di un modello di bassetto a 3 corde datato 1883.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2010 alle 15:25 sul giornale del 10 novembre 2010 - 1267 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, moie, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, violone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/eaU





logoEV