Quantcast

Massaccesi: 'Con la vecchia politica non si risolvono i problemi della città'

Daniele Massaccesi 1' di lettura 23/11/2010 -

MRE e UDC si autoproclamano (generosamente) le uniche due forze politiche che continuano a svolgere in Consiglio Comunale e nel territorio il ruolo dell’opposizione con coerenza e partecipazione.



Strano, non ce ne eravamo accorti: ci era sembrato che ci fosse uno scivolamento, nei fatti, verso la maggioranza di sinistra-centro (il cuore era già lì!), ed uno strisciante avvicinamento a quella maggioranza a cui si sentiva che fossero legati. Forse non si rendono conto che questa loro politica “del doppio binario” ha fatto sì che nelle ultime competizioni elettorali hanno dimezzato i voti conseguiti alle amministrative.

Ora manifestano la evidenza degli intendimenti, ed al di là del confronto programmatico (solito politichese), trattano già per poter essere convocati almeno nella fase iniziale nella costituzione della nuova auspicata maggioranza di sinistra-centro, senza pensare e tentare quelle alternative che, pure, UDC e MRE potrebbero contribuire a costruire.

Insomma, i consiglieri di MRE e UDC si limitano ad essere i nuovi pontieri alla ricerca di qualche sgabello: forse non hanno ancora capito che il progetto al quale si erano collegati con la scelta della candidatura Melappioni non è stato premiante, ed è ormai finito, e che i giovani rampanti ed emergenti hanno già indossato la casacca del P.D. Qualcuno continua a non capire che non è più con la “Vecchia Politica” che si risolvono i problemi della città e della Vallesina.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2010 alle 18:03 sul giornale del 24 novembre 2010 - 834 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/eG1





logoEV
logoEV