Quantcast

Rabini (Pdl) alla Casagrande: '24 mila euro per selezionare un dirigente'

popolo della liberta 2' di lettura 24/11/2010 -

Il Consigliere Provinciale del PDL Lorenzo Rabini legge con attenzione il Decreto del Presidente della Provincia Casagrande ( n.41 del 22/11/2010) circa la nomina della Commissione esaminatrice per la formazione di un elenco di candidati idonei alla assunzione a tempo determinato con incarico di Dirigente e resta allibito, 24 mila euro, 7 mila ad ognuno dei tre componenti la Commissione per adempiere ad un compito inerente la valutazione ed il giudizio di merito circa il grado di preparazione degli aspiranti Dirigenti.



“Non si puo' rimanere indifferenti – attacca Rabini – verso il modo attraverso il quale la Presidente ha voluto deliberare in merito ad una Commissione esaminatrice , tre membri rispettivamente il Dott.Roberto Petrucci in qualita' di Presidente , la Dott.ssa Paola Spagnoli e l'Arch.Veris Mosconi come componenti che percepiranno 7 mila euro piu' i rimborsi spese in un momento in cui un minuto si e l'altro pure la Provincia di Ancona e' impegnata in una continua litania sui tagli del Governo e sugli effetti del Decreto 78 ora Legge 122.”

“Ma oltre alla vergognosa operazione economica – continua Rabini - c'e' un'altro aspetto della vicenda tutto ancora da chiarire ed e' legato alla modifica dell'articolo 23 del Regolamento degli Uffici e Servizi , modifica deliberata dalla Giunta Provinciale con atto n.467 del 10 Novembre 2010 e richiamata nel Decreto della Presidente , ma ancora non pubblicata e disponibile ai Consiglieri; infatti quell'articolo 23 e' relativo alla copertura di posizioni dirigenziali con rapporto di lavoro a tempo determinato e con la nuova norma e' stato istituito l'art.23 bis disciplinante il compenso dei componenti esterni della commissione esaminatrice.”

“Tra l'altro – conclude Rabini – in questi giorni e' stata resa pubblica la sentenza n.324 della Corte Costituzionale la quale ribadisce che il conferimento di incarichi di funzioni dirigenzali a soggetti esterni all'Amministrazione puo' essere effettuato entro il limite del 10 per cento della dotazione organica dei dirigenti appartenenti alla prima fascia e dell'otto per cento della dotazione organica di quelli appartenenti alla seconda fascia, dunque c'e' anche questo aspetto da scandagliare per capire bene cosa sta combinando l'Ente Provincia con i numeri e le persone attualmente impiegate in ruoli dirigenziali e del perche' si e' reso necessario spendere una somma esagerata per la formazione di un elenco di aspiranti nuovi Dirigenti.” Il Consigliere Rabini chiede alla Corte dei Conti di intervenire.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2010 alle 17:48 sul giornale del 25 novembre 2010 - 875 letture

In questo articolo si parla di politica, popolo della libertà, pdl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/eJY