Sadam, Massaccesi: 'Bisogna essere un po' più vigili'

Daniele Massaccesi 1' di lettura 30/11/2010 -

A tutt’oggi, appare ben strana la perdurante non disponibilità, a tacere d’altro, di Sadam a presentare i progetti completi (unitamente al piano industriale), che potrebbero, anzi dovrebbero manifestare palesemente le reali intenzioni dell’azienda – e magari smentire alcuni “brutti pensieri”-.



Nuove e diverse realizzazioni, finora mai analizzate, si direbbe a prescindere da oleodotti poco probabili se non per usi diversi, e da impianti a bio-masse, e necessitanti di investimenti e di risorse abbastanza contenuti, potrebbero prendere il posto di quelle “realizzazioni” finora previste e contenute nel piano Sadam.

Oggi ci sono strutture ed infrastrutture che fanno fondatamente pensare anche ad altre possibili realizzazioni e ad altri progetti, immaginiamo non sconosciuti a Provincia e Regione (e sarebbe ben grave!): strade e nuove rotatorie, sì da permettere più facili accessi; i silos della Sadam, guarda caso quasi fatti apposta per lo “stoccaggio”; la ferrovia del vicino Interporto; le potenzialità dello stesso Interporto; le altre strutture di Sadam; la relativamente facile adattabilità di impianti apparentemente progettati per “altro”. Tutto può essere pronto…. per altra cosa: quale?

E se fosse, magari, un termovalorizzatore, anche se e nonostante la nostra zona sia in piena zona AERCA, e già ridotta a minimi termini di tollerabilità? Bisogna essere un po’ più vigili, probabilmente: lo saremo.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2010 alle 19:05 sul giornale del 01 dicembre 2010 - 818 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, sadam, Daniele Massaccesi, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eYZ