Castelplanio: Borgo Loreto si illumina con il 'Fuoco della Venuta'

castelplanio 08/12/2010 -

Giovedì 9 dicembre 2010 Borgo Loreto, la piccola frazione del Comune di Castelplanio si illumina, grazie all’evento FUOCO DELLA VENUTA - MEMORIE DEL BORGO tra arte e tradizione, giunto alla seconda edizione.



Un progetto che ha cuore la storia del luogo fatta di tradizioni, di persone, della memoria di atti generosi e autentici, che rinnova quel rito, prima pagano poi cristiano, dell’accensione dei fuochi in onore della Madonna di Loreto per ricordarne e festeggiarne la Venuta. Una tradizione tutta marchigiana, che sta ad illuminare la strada della Madonna fino alla Santa Casa di Loreto.

All’accensione del tradizionale Fuoco si affianca un evento installativo che intende sottolinere il legame tra la tradizione cattoliche e il territorio nella rara cornice del lavatoio pubblico di Borgo Loreto. Il tempo del borgo e della memoria contadina è scandito dalle immagini in “bianco e nero” e dallo scorrere evocativo e suggestivo dell’acqua sorgiva di fonte, che continua da oltre due secoli a bagnare le vasche in pietra ora consunte e levigate.

L’evento FUOCO DELLA VENUTA - MEMORIE DEL BORGO tra arte e tradizione è un progetto ideato da Lucia Garbini in collaborazione con la Parrocchia Santa Maria del Cammino e Riccardo Bucci, promosso dal Comune di Castelplanio con la preziosa partecipazione di Proloco di Castelplanio, Donzelli Group, Garbini Consulting, Locanda Osteria della Posta, Moncaro, Soc. Agr. Vito Celeste, Soc. Agr. Bini, Unisono, Falegnameria Galdelli.

L’evento è realizzato allo scopo di raccogliere fondi necessari al recupero architettonico della Chiesa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2010 alle 22:03 sul giornale del 09 dicembre 2010 - 1389 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Castelplanio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fgm