Quantcast

Filottrano: Udc su mense, 'Non siamo d'accordo con il sindaco'

Unione di centro 4' di lettura 05/01/2011 -

Abbiamo letto con attenzione la nota del Sindaco relativa alla discussione in Consiglio Comunale del 28 dicembre scorso sul problema delle mense scolastiche.



Quando saranno disponibili i trascritti della registrazione faremo una valutazione più puntuale di quanto dichiarato. Suggeriamo anzi al Sindaco di pubblicare direttamente la registrazione audio così si eviteranno i fraintendimenti e gli errori di trascrizione immancabilmente presenti ad ogni Consiglio. Per il momento ci limitiamo a commentare quanto scritto dal primo cittadino e già dalla prima frase iniziano, forti, i distinguo. Dice infatti il Sindaco “Strumentalizzare in maniera scorretta una scelta corretta”. Continua, questo modo di governare per il quale ogni scelta prodotta dalla maggioranza è giusta e viceversa sbagliata quella della minoranza. Non è compito di Amministra auto lodarsi perdipiù in modo presuntuoso, ma effettuare le scelte più oculate per il bene comune di tutti i cittadini dopo aver attentamente analizzato tutte le possibili alternative, motivandole. Evidenziamo inoltre che la discussione in Consiglio Comunale sulle mense scolastiche a differenza di quanto asserito dal Sindaco, non è avvenuta per caso e venendo meno ad ogni regola.

Si è svolta perché in maniera del tutto inusuale chi ha prodotto la delibera, ha sullo stesso argomento, presentato una mozione che interveniva in piccola parte sui contenuti di quest’ultima. Inoltre per poterla discutere ha fatto in modo di modificare l’ordine del giorno non facendo discutere il Consiglio su una interpellanza presentata dal nostro gruppo sulla sicurezza degli edifici scolastici. Quindi non ci sono attacchi preventivi ma la semplice discussione dell’argomento proposto da chi ha presentato la mozione, che di certo non è la minoranza. Non si comprende poi perché si continua con ostinazione a motivare la scelta della esternalizzazione delle mense, dicendo “continuare a garantire tale servizio senza gravare con aumenti tariffari le famiglie degli utenti dello stesso”. La scelta dei tagli eventualmente da effettuare è da riferirsi all’intero ammontare delle voci di bilancio e non deve necessariamente iniziare proprio dalle famiglie. Eventualmente questo intervento sulle famiglie poteva essere proposto solo dopo aver percorso tutte le altre possibilità di riduzione comprese quelle indicate nella mozione presentata dal nostro gruppo di riduzione dello stipendio degli Amministratori e sul Segretario Comunale che avrebbero permesso risparmi simili. Quindi, prima tagliatevi lo stipendio poi eventualmente riducete i servizi ai cittadini. Dice ancora il primo cittadino “Mentre ci sentiamo vicini ai genitori degli alunni”.

Non ci sembra che le modalità con cui è stata approvata la delibera, il mancato coinvolgimento delle forze politiche, delle famiglie che sono state coinvolte solo a decisione assunta, l’approvazione in Giunta per evitare come troppo spesso accade la discussione in Consiglio, significhi essere vicini ai genitori. Lo sarebbe stato se si fosse provveduto ad adempiere alla prima e più importante richiesta presente nella petizione; annullare la delibera e trovare insieme una soluzione condivisa. Invece è stata sprecata un’occasione unica, presentando, con una formula del tutto inusuale e forse molto discutibile in riguardo alla liceità, una mozione contenente impegni generici che non mette minimamente in discussione quanto deliberato. In ultimo ci permettiamo di ricordare ancora una volta, sembra che lo si dimentichi con troppa facilità; chi in questo momento governa non lo fa perché rappresenta la maggioranza dei cittadini, ma solamente perché una legge elettorale assurda da con un premio, quindi senza voti, la maggioranza assoluta a chi ha semplicemente la maggioranza relativa.

A Filottrano la maggioranza dei cittadini è rappresentata dalla attuale minoranza. Evitate infine di classificare le cose poche gradite e le sacrosante critiche che giungono dall’opposizione come strumentalizzazioni, perché tali non sono. L’opposizione fa solamente il proprio lavoro, stimolare, proporre, criticare e controllare l’operato della Amministrazione; questo modo di operare purtroppo sembra poco gradito a questa maggioranza che evita sistematicamente il confronto pensando erroneamente che è sempre nel giusto. Sarebbe sicuramente più utile che qualche volta si ammetta di aver sbagliato e si accetti anche le proposte provenienti dai rappresentanti dalla vera maggioranza dei cittadini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2011 alle 17:28 sul giornale del 07 gennaio 2011 - 889 letture

In questo articolo si parla di udc, politica, filottrano, unione di centro, mensa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/f5v





logoEV
logoEV