Quantcast

Monte Roberto: Coacci, 'I bravi maestri della maggioranza'

centrosinistra per monteroberto 2' di lettura 08/01/2011 -

E' mia convinzione che la politica non debba interferire sull'operato degli amministratori e che in democrazia ognuno debba svolgere il compito che gli è stato affidato dagli elettori. Quindi la maggioranza deve governare per il bene della comunità, tenendo conto oppure no delle istanze proposte dalla minoranza, ma ognuno si deve assumere le proprie responsabilità senza avere la pretesa di dare lezioni a nessuno!



I metodi ed il linguaggio che la maggioranza utilizza sono purtroppo diventati ai nostri giorni la normalità, basta accendere la TV e seguire un TG! Ridicolizzazione del ruolo e delle azioni della minoranza, denigrazione e abbattimento dell'avversario politico di turno, facili promesse elettorali poi non mantenute, colpevolizzazione dell'operato del proprio avversario a giustificazione dei propri insuccessi, manca solo che ci definiscano come i soliti "travestiti comunisti", così abbiamo fatto...tombola!

Siamo preoccupati perchè, così facendo, si offendono anche quei cittadini che consapevolmente hanno sostenuto una lista con chiara connotazione di centro sinistra. Siamo convinti inoltre che in democrazia anche una valida minoranza sia utile, forse più di un variegato assemblamento di forze provenienti da storie e culture diverse, fatto al solo scopo di ottenere il potere. Pensiamo che non ci sia bisogno di rivolgere appelli alla cittadinanza, che si aspetta solo di veder realizzato l'impianto fotovoltaico, che si aspetta la scuola finita, che vuole risolti i problemi della viabilità, della sicurezza, ecc, ecc., che si aspetta che l'amministrazione riscatti il Piazzale della ex Fornace, uno dei pochi impegni che siamo riusciti a strappare ad una maggioranza gelosa e diffidente; non vorremo cantare fra qualche anno "la dove c'era l'erba ora c'è una città". L'impianto fotovoltaico doveva essere concluso entro il 31.12.2010! Se l'amministratore unico nominato non ci è riuscito, farà bene a dimettersi, senza colpevolizzare la minoranza che ha solo indicato una strada più facilmente percorribile. Se si fossero seguite le indicazioni della minoranza, la scuola per l'infanzia sarebbe terminata a settembre 2010! Comunque, tranquilli cittadini!

Noi vigileremo sui soldi pubblici che dovranno essere ancora investiti per le opere di completamento. Ma quanti saranno? Abbiamo sentito dire 410.000 €, poi 250.000, ora 500.000, ma allora...forse non siamo noi che diamo i numeri! Se il progetto "nuova scuola" approvato dalla precedente amministrazione non era valido, perchè gli allora così bravi consiglieri di minoranza non si sono opposti proponendo valide alternative? Faceva forse comodo il calcolo politico? In questo, loro sì che sono "bravi maestri"; ha dimenticavo! Siamo noi che non studiamo, che non siamo contare fino a 12, e che ci intendiamo solo di cucce per cani!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2011 alle 17:38 sul giornale del 10 gennaio 2011 - 924 letture

In questo articolo si parla di politica, monte roberto, monteroberto, Centrosinistra, Settimio Coacci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/f87





logoEV
logoEV