Erboristeria e tisane ai tempi di Federico II

Roberto Magnani 14/01/2011 -

Con lo sfondo del suggestivo Palazzo Balleani in Piazza Federico II a Jesi, si è svolta giovedì 13 gennaio la presentazione del calendario da tavolo federiciano, strumento attraverso il quale la Fondazione Federico II porge i migliori auguri per l'anno appena iniziato ai suoi soci e simpatizzanti.



Un calendario particolare, quello di quest'anno, impostato sulle erbe curative e non sulle immagini tratte dalle miniature dei Codici, come per i calendari pensati per gli anni precedenti. A presentarlo il dottor Roberto Magnani (diploma in naturopatia, omeopatia, medicina cinese, agopuntura, ipnosi e psicoterapia, esperto in fitoterapia) che, indossati letteralmente gli abiti di un cerusico del '600, ha esposto con chiarezza e partecipazione tutte le sue conoscenze sull'erboristeria e i rimedi naturali nella medicina ai tempi di Federico II.

Passando dalla salvia che rafforza il sistema nervoso, alla cipolla contro la caduta dei capelli, il dottor Magnani ha comunicato i suoi consigli sulle erbe e la medicina dal Medioevo fino alla scuola di Salerno del IX secolo. Al termine della conferenza, presentazione del calendario il cui materiale è stato reperito dalla professoressa Franca d'Amico Sinatti, socia onoraria e federichino 2009. Infine, è stata offerta ai presenti una degustazione di tisane con proprietà terapeutiche a base di rosa canina, menta, rosmarino, alloro, salvia, finocchio, lavanda, verbena odorosa allestita da Sonia Baldoni dell'Associazione 'Vivere con gioia'.








Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2011 alle 15:09 sul giornale del 15 gennaio 2011 - 2187 letture

In questo articolo si parla di cultura, ilaria cofanelli, fondazione federico ii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gky