Quantcast

Giornata della Memoria: la mostra 'Ruanda, memorie di un genocidio'

genocidio 1' di lettura 20/01/2011 -

In occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria 2011 l'Associazione Bimbo Aquilone presenta a Jesi la mostra fotografica “Ruanda: memorie di un genocidio” del fotoreporter Livio Senigalliesi. La collezione è costituita da circa 30 foto a colori, in un alternarsi di intensi primi piani e immagini documentaristiche.



Si tratta di foto molto forti che esigono silenzio a chi vi si accosta e turbano e interrogano. La Bimbo Aquilone propone la mostra innanzitutto "per non dimenticare", perchè alla presa di coscienza segua un'assunzione di responsabilità.

Oltre un milione di tutsi e hutu moderati morti in soli 100 giorni, almeno 250mila donne violentate, un intero popolo avvelenato dall’odio etnico. Questo il bilancio del genocidio ruandese. Un olocausto africano senza precedenti, paragonabile solo all’orrore della Shoah o ai Killing Fields cambogiani, che insanguinò il Ruanda nella primavera del 1994, mentre la comunità internazionale e l’ONU distoglievano lo sguardo. Oggi, a distanza di 16 anni, il Ruanda resta un Paese percorso dalle ombre di una memoria terribile, ma in cui affiora anche la voglia di ricominciare. Dove soprattutto le donne sono protagoniste della rinascita e della riconciliazione. In memoria delle vittime e ai progetti di ricostruzione del tessuto sociale del paese è dedicata questa mostra. Perché la solidarietà passa dalla responsabilità e la responsabilità dalla presa di coscienza. L'iniziativa gode del patrocinio del Comune Jesi – Assessorato alla Cultura.

RUANDA: MEMORIE DI UN GENOCIDIO
Dal 22 al 30 gennaio 2011
Orari: 10.00-13.00; 16.00- 20.00
Salone dei Convegni Corso Matteotti, Jesi (AN)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2011 alle 16:04 sul giornale del 21 gennaio 2011 - 1617 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, genocidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/gvS





logoEV
logoEV