Quantcast

Bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di edilizia

10' di lettura 21/01/2011 -

Il presente bando di concorso è rivolto a coloro che, in possesso dei requisiti più avanti descritti, hanno bisogno di un alloggio di dimensioni idonee alle esigenze del proprio nucleo familiare ad un canone di locazione inferiore a quello del mercato degli affitti.



Per nucleo familiare si intende quello composto dal richiedente, dal coniuge non legalmente separato, dai soggetti con i quali convive e da quelli considerati a suo carico ai fini Irpef, salva l'ipotesi in cui un componente, ad esclusione del coniuge non legalmente separato, intenda costituire nucleo familiare autonomo.
Non fanno parte del nucleo familiare le persone conviventi per motivi di lavoro.
La convivenza è accertata dalla certificazione anagrafica, che dimostra la sussistenza di tale stato di fatto da almeno due anni antecedenti la scadenza dei singoli bandi.
Tale limite temporale non è richiesto in caso di incremento naturale della famiglia ovvero derivante da adozione e tutela.

CITTADINI CHE POSSONO PRESENTARE LA DOMANDA
Possono presentare domanda tutti coloro che si trovano nelle seguenti condizioni:
1) essere cittadino italiano o di uno Stato aderente all'Unione Europea;
2) di non essere cittadino italiano o di uno Stato aderente all'Unione Europea, titolare di carta di soggiorno o possessore di permesso di soggiorno di durata biennale;
3) risiedere o prestare la propria attività lavorativa nel Comune di Jesi;
4) non essere titolari della proprietà, uso, usufrutto, o altro diritto reale di godimento, di un altra abitazione adeguata alle esigenze del nucleo familiare che non sia stata dichiarata unità collabente ai fini del pagamento dell'imposta comunale sugli immobili (ICI)..
Non si considerano adeguate alle esigenze del nucleo familiare (come specificato nella domanda), le abitazioni che hanno una superficie utile calpestabile inferiore ai seguenti valori:
1) mq. 30 per un nucleo familiare composto da 1 persona;
2) mq. 45 per un nucleo familiare composto da 2 persone;
3) mq. 54 per un nucleo familiare composto da 3 persone;
4) mq. 63 per un nucleo familiare composto da 4 persone;
5) mq. 80 per un nucleo familiare composto da 5 persone;
6) mq. 90 per un nucleo familiare composto da 6 o più persone;
5) avere un reddito del nucleo familiare , calcolato secondo il D.Lgs. n. 109/1998, non superiore al limite di € 10.597,00 di valore ISEE, limite stabilito per l'accesso all'Edilizia Residenziale Pubblica con Decreto Dirigente Marche – Servizio Edilizia Residenziale Pubblica e Sociale n. 18/EPR – 09 del 26/04/2010.
Tale limite è aumentato del 20% per le famiglie monopersonali;
6) non aver avuto precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di alloggi realizzati con contributi pubblici o precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti Pubblici, salvo che l'alloggio non sia più utilizzabile o sia perito senza aver dato luogo ad indennizzo o a risarcimento del danno.
I requisiti debbono essere posseduti dal richiedente e, limitatamente a quelli di cui alle lettere d) ed f) anche da tutti i componenti del nucleo familiare al momento della presentazione della domanda e debbono permanere al momento dell'assegnazione e successivamente nel corso della locazione.
La qualità di assegnatario è conservata anche da chi, nel corso del rapporto locativo superi il limite di reddito di cui alla precedente lettera e) fino ad un massimo pari al doppio di tale importo e nella fattispecie di cui al comma 4 dell'art. 20 septies, (autorizzazione all'ampliamento stabile del nucleo familiare nei confronti di persone legate all'assegnatario da vincoli di parentela, qualora l'assegnatario medesimo risulti bisognoso di assistenza sanitaria certificata da strutture sanitarie pubbliche).

COME SI PRESENTA LA DOMANDA
La domanda deve essere presentata in bollo da € 14,62, utilizzando esclusivamente i moduli predisposti ed forniti gratuitamente dal Comune.
E' possibile ritirare i moduli presso l'Ufficio Susj del Comune di Jesi ubicato in Piazza Spontini n. 2, aperto al pubblico nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30 ed il giovedì anche dalle ore 15,30 alle ore 18,30 – il sabato dalle ore 8,00 alle ore 12,30, presso l'Ufficio casa aperto al pubblico il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,30 ed il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,30 o scaricabili dal sito internet del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it
Alla domanda non deve essere allegato alcun documento salvo quelli richiesti per ottenere particolare punteggio e che sono espressamente indicati nella domanda stessa (certificazione ISEE in corso di validità; presenza nel nucleo familiare di un portatore di handicap; abitazione in un alloggio improprio, antigienico, inadeguato, non accessibile, ai sensi della normativa vigente in materia di barriere architettoniche, da parte di un portatore di handicap che necessita per cause non transitorie dell'ausilio della sedia a ruote; provvedimento esecutivo di rilascio dell'abitazione non intimato per inadempienza contrattuale, verbale esecutivo di conciliazione giudiziaria, ordinanza di sgombero, sentenza del tribunale che sancisce la separazione tra coniugi e l'aspirante assegnatario
risulta parte soccombente).
La domanda e le relative dichiarazioni di atto di notorietà sottoscritte dal richiedente dovranno essere compilate in ogni parte ed in modo tale da rendere chiaro quali siano i requisiti posseduti.
La mancata sottoscrizione ovvero la mancata allegazione della fotocopia di documento di identità del dichiarante danno luogo ad esclusione.
L'Ufficio casa è a disposizione per qualsiasi informazione riguardo al bando ed alla compilazione della domanda.

ENTRO QUANTO TEMPO E' POSSIBILE PRESENTARE LA DOMANDA
Le domande devono essere consegnate, non oltre, pena l'esclusione dal bando, 60 giorni dalla pubblicazione del presente bando, vale a dire non oltre il giorno 21/03/2011, presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Jesi o presso l'Ufficio casa aperti nei seguenti giorni ed orari: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,30 ed il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,30, o presso la portineria del Comune, solo se compilata e completa in ogni sua parte, aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 20,00 ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 13,00.
I cittadini italiani residenti all'estero hanno 15 giorni di tempo in più, quindi il termine entro cui far pervenire la domanda sarà il 06/04/2011.
La domanda può essere consegnata a mano o spedita mediante raccomandata a.r. In questo ultimo caso, per la verifica del termine di presentazione fa fede la data del timbro postale di spedizione.

ISTRUTTORIA E GRADUATORIA PROVVISORIA DELLE DOMANDE
Le domande pervenute saranno esaminate in via istruttoria dalla Commissione comunale per l'ERP sovvenzionata.
L'istruttoria è volta alla formazione della graduatoria provvisoria di assegnazione, con la quale si verificano le condizioni di ammissibilità delle domande e si assegnano i punteggi sulla base delle condizioni oggettive e soggettive del nucleo familiare richiedente così come previsto dall'art. 12 del Regolamento approvato con atto di Consiglio Comunale n. 90 del 29/04/2009.
A tal fine richiede agli interessati le informazioni o la documentazione mancante nella domanda fissando un termine perentorio di 15 giorni, dalla data di ricevimento della lettera raccomandata A.R., per la loro presentazione. La mancata presentazione della documentazione richiesta comporterà l'esclusione dalla domanda per i requisiti previsti per l'accesso o la mancata attribuzione del punteggio per gli altri casi.

PUBBLICAZIONE E PRESENTAZIONE DI OSSERVAZIONI
La graduatoria provvisoria è pubblicata mediante affissione all'Albo Pretorio del Comune. Di essa si da altresì notizia ai concorrenti mediante comunicazione scritta contenente l'indicazione del punteggio conseguito, dell'eventuale documentazione mancante, dei modi e dei termini, sempre non superiori a 15 giorni, per la presentazione di osservazioni e di quant'altro ritenuto utile per la compilazione della graduatoria definitiva.
Ai concorrenti esclusi dalla graduatoria provvisoria viene fornita specifica informativa per garantire la presentazione di controdeduzioni sempre entro il termine massimo di 15 giorni.

GRADUATORIA DEFINITIVA
Esaminate le osservazioni e le controdeduzioni, acquisita l'eventuale nuova documentazione attestante il ricorrere delle condizioni di punteggio, la Commissione formula la graduatoria definitiva per l'assegnazione degli alloggi di E.R.P. Sovvenzionata.
La Graduatoria viene pubblicata all'Albo Pretorio del Comune di Jesi per 15 giorni.
Di essa se ne da altresì notizia mediante la pubblicazione sul sito internet del Comune di Jesi e mediante l'affissione di manifesti che informano della possibilità, per gli interessati, di visionare la graduatoria definitiva presso l'Ufficio Casa del Comune.
Se ne chiede inoltre la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche.
La graduatoria ha validità due anni dalla data di pubblicazione all'albo pretorio oltre i quali decadrà automaticamente.

ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI, VERIFICHE E REQUISITI
Prima dell'assegnazione il Comune accerta la permanenza in capo all'assegnatario ed al suo nucleo familiare dei requisiti prescritti per l'assegnazione come da art. 18 del Regolamento comunale per le assegnazioni degli alloggi di ERP.
In base alla disponibilità degli alloggi gli aspiranti assegnatari vengono convocati dal Comune per la scelta dell'appartamento, che viene compiuta per iscritto dall'assegnatario o da persona da questi delegata. In caso di mancato esercizio della facoltà di scelta l'alloggio viene individuato dal Comune tra quelli disponibili.
L'assegnazione viene effettuata in base all'ordine stabilito dalla graduatoria definitiva ed alle preferenze espresse, tenendo conto delle dimensioni degli alloggi, della composizione e consistenza del nucleo familiare dell'assegnatario.
L'alloggio assegnato deve essere occupato entro 30 giorni dalla stipula del contratto di locazione.
La mancata presentazione alla stipula del contratto da parte dell'assegnatario, senza giustificato motivo, equivale a rinuncia.

CANONE DI LOCAZIONE
Il canone di locazione dovuto dagli assegnatari sarà calcolato dall'Ente gestore ERAP di Ancona, secondo quanto stabilito dal Regolamento Regionale del 24 Ottobre 2008 n. 2, su conforme Deliberazione del Consiglio- Assemblea Legislativa Regionale n. 106 del 21 Ottobre 2008 ad oggetto: “Criteri per il calcolo dei canoni locativi degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica sovvenzionata. Attuazione dell'art. 20 quaterdecies della L.R. del 16 Dicembre 2005 n. 36”.

DISPOSIZIONI GENERALI
Per quanto non previsto nel previsto bando, valgono le vigenti disposizioni in materia di edilizia residenziale pubblica ed in particolare quelle contenute:

* nella Legge regionale n. 36 del 16/12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni;
* nella delibera di Giunta Regionale n. 492 del 07/04/2008;
* nel regolamento comunale per le assegnazioni degli alloggi di ERP approvato con delibera di consiglio comunale n. 90 del 29/04/2009.

Le informazioni assunte dall'Ente in relazione al procedimento sono soggette alle norme sulla riservatezza dei dati. Con la presentazione della domanda il dichiarante autorizza il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003. L'autenticità della sottoscrizione delle autocertificazioni e delle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà sono soggette alla disciplina del DPR n. 445/2000 quanto a modalità e responsabilità conseguenti.

Il Responsabile del procedimento è l'Ing. Daniele Giampieretti dell'Ufficio Patrimonio – Settore LL.PP






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2011 alle 16:50 sul giornale del 22 gennaio 2011 - 3247 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/gze