Chiaravalle: assemblea provinciale PD con l'organizzatore nazionale

partito democratico 2' di lettura 22/01/2011 -

Dieci milioni di firme da raccogliere in un mese per poi portarle a Palazzo Chigi. Dieci milioni di firme per chiedere le dimissioni di Silvio Berlusconi.



Dall’Assemblea provinciale del PD, svoltasi il 21 gennaio a Chiaravalle, l’organizzatore nazionale del Pd, Nico Stumpo ha lanciato in anteprima la "campagna di febbraio": diecimila gazebo in tutto il Paese per arrivare, in un mese, all'ambizioso obiettivo di dieci milioni di firme. L’obiettivo del PD è mettersi a disposizione di tutti i cittadini, di tutte le associazioni, di tutte le forze politiche e sociali disponibili a lavorare per un futuro migliore. Noi abbiamo l'ambizione di fare un'iniziativa capace di ottenere l'adesione dei singoli ma anche dei diversi gruppi organizzati per girare pagina, per cominciare ad affrontare i problemi veri del Paese. Noi vogliamo offrire a coloro che hanno a cuore il futuro delle nuove generazioni, ma anche la qualità della vita sociale ed economica di oggi, la possibilità di farlo e di ritrovarsi tutti insieme in una iniziativa politica positiva. Il pericolo di restare bloccati per mesi a discutere sui problemi di Berlusconi invece che sulle cose da fare per ripartire, per tornare a creare ricchezza e lavoro e il pericolo di una forzatura democratica da parte del presidente del Consiglio, sono alla base della proposta alternativa del PD.

Tesseramento 2011. “Non ti farà entrare in luoghi esclusivi. Ma aiuta a difendere chi è sempre escluso”: è uno degli slogan scelti dal Segretario provinciale del Pd della provincia di Ancona, Emanuele Lodolini, per lanciare la campagna di tesseramento 2011. La tessera è un valore aggiunto, un segno tangibile che chiediamo per rendere più forte il Pd”. “Il Pd della provincia di Ancona – commenta il Segretario Emanuele Lodolini - cosciente del delicato momento storico e delle responsabilità che gli competono, intende concentrare i propri sforzi al consolidamento di un migliore modello di sviluppo locale, all’aumento dei livelli di qualità della vita e alla diffusione di benessere e giustizia sociale nelle grandi e nelle piccole comunità locali, con le armi della serietà, dell’affidabilità, della qualità del progetto di governo”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2011 alle 19:11 sul giornale del 24 gennaio 2011 - 901 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gB3





logoEV