Tassa occupazione del suolo pubblico, recuperati circa 180 mila euro

economia 2' di lettura 22/01/2011 -

Dopo i 706 mila euro recuperati nel 2010 dall’Ufficio Tributi del Comune di Jesi nell’ambito delle azioni di contrasto all’evasione dell’Ici e della tassa rifiuti solidi urbani, positivi risultati giungono anche sul fronte dei controlli per l'imposta sulla pubblicità e sulla tassa occupazione del suolo pubblico (Tosap), servizi svolto dalla Corit in qualità di concessionaria del Comune di Jesi.



Nel corso dell'anno appena trascorso la concessionaria ha infatti emesso circa 1200 accertamenti tra imposta pubblicitaria annuale, passi carrabili, edicole o banchi di vendita e quant'altro ricadente nella Tosap permanente o temporanea per un recupero di circa 180 mila euro. “Anche in questo caso si tratta di un risultato importante - evidenzia l'Amministrazione comunale - in linea con quell'obiettivo di equità e giustizia che resta prioritario e che, come già avuto modo di ricordare, vedrà il Comune intensificare ulteriormente i controlli con l'avvio del progetto di federalismo fiscale”.

A tal fine l’Amministrazione comunale ricorda ai contribuenti di rispettare le scadenze nei versamenti di quanto dovuto. In particolare si rammenta che quest'anno è stato fissato al 31 gennaio (e non più al 31 marzo come in precedenza) il termine ultimo proprio per il pagamento della tassa occupazione suolo pubblico e dell’imposta comunale sulla pubblicità relative al 2011. Nell'intento di fornire un servizio e facilitare l'adempimento, è stato inviato a ciascun contribuente un bollettino di pagamento per la Tosap e un bollettino per l'imposta comunale sulla pubblicità con l'indicazione dell'importo dovuto. Il mancato recapito non esonera né costituisce in alcun modo una giustificazione per il contribuente.

Confermato sempre al 31 gennaio, invece, il termine per la presentazione di denunce di variazione o cessazione dell'imposta pubblicità e della Tosap permanente. La Corit, concessionaria del Comune di Jesi, è a disposizione per ogni ulteriore informazione presso gli uffici ubicati in via Castelfidardo 11 (tel. 0731 214949).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2011 alle 15:58 sul giornale del 24 gennaio 2011 - 1150 letture

In questo articolo si parla di economia, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gBA