Radio Gabbiano diventerà 'Una voce per il territorio'

3' di lettura 04/02/2011 -

Radio Duomo appena confluita insieme a La Voce Misena ed al cinema Gabbiano nella neonata Fondazione Gabbiano apre la strada a novità interessanti. Radio Duomo sarà d'ora in poi, una volta finite le procedure burocratiche, Radio Gabbiano. Radio Duomo, che trasmette programmi nazionali di InBlu, andrà a coprire gli spazi lasciati vuoti dall'informazione locale.



L'informazione proposta da Radio Duomo avrà sempre più un risvolto profondamente radicato nel territorio locale proponendosi come una voce impegnata nel territorio. Si va dal quotidiano Radiogiornale, in onda alle 12.30 e alle 19.30, dedicato alle notizie, interviste e approfondimenti su quello che accade nel territorio fino agli appuntamenti settimanali che danno attenzione alla vita sociale, politica e sportiva del territorio.

Si parte il lunedì alle 19.30 con la Pet Therapy spazio dedicato all'uomo e agli animali, il martedì alle 19.30 con Caritas in Onda si trattano il tema della solidarietà riportando esperienze vissute, il giovedì dalle 12.45 si da voce alla cooperativa Casa della Gioventù ponendo il tema della disabilità e non solo. Sempre il giovedì, grazie all'acquisto di una frequenza in vallesina, Radio Duomo trasmetterà Voce da Jesi che da un'informazione politica a cura di Vittorio Massaccesi.

Il venerdì si da adito, ore 12.45, alla religione e alle diocesi di Senigallia e di Jesi con programmi Settimanali diocesani curati dai rispettivi giornali diocesani Voce Misena e Voce della Vallesina. Il venerdì andrà anche in onda alle 19.10 l'informazione sportiva ed in particolar modo ai tornei aziendali con D'altro Calcio curata da Marco Petrucci, mentre il sabato si concluderà con l'appuntamento delle 12.45 con Marche News che funge da agenda delle notizie del Consiglio Regionale che tocca temi di società, cultura ed economia.

Altra sostanziale novità è che Radio Duomo dedicherà il mercoledì alle 19.30 ( 23.30 replica) un programma-finestra sulle salienti novità del panorama politico senigalliese. L'appuntamento precederà e approfondirà a seguire il Consiglio Comunale, grazie anche alla partecipazione del Presidente del Consiglio Comunale Enzo Monachesi.

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Gabbiano – ha affermato il Presidente del Consiglio Comunale Enzo Monachesisiamo riusciti a presentare i lavori consiliari comunali con cadenza settimanale. Mi piacerebbe poter ulteriormente sviluppare questo progetto, nato dall'incontro tra radio Duomo e l'amministrazione comunale, ponendolo come punto di partenza e non di arrivo.”

Sono lieto che Radio Duomo, in qualità di radio locale, abbia messo al centro delle sue attenzioni il cittadino costruendo un dialogo con le istituzioni con l'obiettivo di coinvolgere i cittadini nella vita dell'amministrazione comunale e creando partecipazione collettiva con un mezzo che è tutt'altro desueto, come la radio.”

Alla presentazione delle novità di Radio Duomo hanno preso parte anche il Sindaco Maurizio Mangialardi, il presidente della Fondazione Gabbiano Don Gesualdo Purziani e le giornaliste della stessa fondazione Michela Gambelli e Laura Mandolini. Quest'ultima ha anche ricordato che la neonata fondazione sarà arricchita da un portale che sarà contenitore di notizie locali.








Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2011 alle 20:11 sul giornale del 05 febbraio 2011 - 1657 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, laura mandolini, senigallia, enzo monachesi, don gesualdo purziani, laura rotoloni, voce misena, fondazione gabbiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/g5h


asterix

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 05 febbraio 2011

Un'altra voce a sostegno dell'Amministrazione.
E forse anche sostenuta dall'Amministrazione.
Non ce n'era bisogno.

Melgaco, se le istituzioni ogni 3x2 sono abituate a tirare per la giacchetta i preti, cosa ti aspetti che ne venga fuori???
Se lo Stato ignora totalmente il Principio di Laicità costituzionale a livello nazionale, figurati se a livello locale le cose possono essere diverse.
A livello locale c'e' un'amministrazione di Centro-Sinistra. A livello nazionale, c'e' un'Amministrazione di Centro-Destra. Indovina chi enentualmente PAGA per gli appoggi e gli assist alla Chiesa ingerente ed esentasse?
Suggerimento: Non paga Pantalone. ;)

Infatti.
Nessuno, però, mi venga poi a dare lezioni di laicità, né da destra, né da sinistra.

In questo caso, comunque, non volevo porre l'accento sul rapporto tra la chiesa locale e l'Amministrazione (ho testimonianze dirette sugli "inviti a votare" che si sprecano nei gruppi dell'azione cattolica), quanto sul fatto che un'altra voce si aggiunge al coro, un'altra voce si fa controllare, felice di farsi controllare, anche perché, immagino, sarà adeguatamente sostenuta

Off-topic

In Italia la politica riesce ad essere bipartisan solo quando e' ora di concedere privilegi alla Chiesa e farsi ripagare adeguatamente in termini di voti. E' l'unica cosa sulla quale riescono a mettersi d'accordo e ti diro' di piu'...Brandeggiano lo psauracchio della religione, delle questioni morali e di cosadiceBertoneBagnascoBenedettoXVIS.p.a, solo quando devono criticarsi a vicenda di fronte all'opinione pubblica.
Non so se a Don Verzè gli abbia fatto piu' favori il Berlusca o Vendola....T'ho detto tutto.
Perquanto questo geverno si sia ampliamente distinto nella concessione di finanziamenti a favore della Chiesa (Tremonti, Letta e Frattini sostanzialmente indecenti!), il Centro-Sinistra rinfaccia al Berlusca la faccenda del Bunga-Bunga su una semplice questione morale sggerita dalla CEI.
In una città come la nostra che ha già ben 4 o 5 siti di notizie locali, mancava solo quello spudoratamente gestito dalla Diocesi ed appoggiata dal Comune.
Mi auguro che nonostante il restyling da RadioDuomo a RadioGabbiano, gli ascoltatori restino gli stessi, cioe' 4 gatti. Oltretutto le sedute di Consiglio Comunale, non sono già disponibili in streaming???...A che serve questa Radio!?

Oligocopolio mediatico senigallies, stucchevole, irritantee, poi ognuno pensa come vuole.Era così già quando facevo le elementari io, negli '80 qua, non c'erano la destra e sinistra, c'era la sinistra Dc. Sono passati più di venti anni, è tuttio,più ce uguale, in espansione.è un fenomeno di costume.

Questa della commistione tra mondo cattolico e politica sinistroide senigalliesi é una delle maggiori preoccupazioni che ho sempre avuto...

Lorenzo Fiorentini, per me è uno dei maggiori fastidi personali, piuttosto che preoccupazioni.La definizione cattocomunista è notoriamente affidata a Senigallia.Poi, se vai a Pesaro, anziché la diocesi trovi Cl.

Nel momento in cui una parte politica appoggia, facilita ed agevola una sola confessione religiosa, viola il Principio di Laicità dello Stato.

Nel momento in cui una confessione religiosa che si basa sull'ugualianza degli uomini tanto predicata dal suo profeta, agevola, appoggia e facilita una sola parte politica, viola quello stesso Principio di Ugualianza, e nello stesso suo "gregge" fa dei distinguo, appoggiando per esempio la DX, si comporta in modo poco equanime con la SX e/o viceversa.

LAICITA' PER TUTTI NO WAY! ;)




logoEV