Leonardo Maria Conti ricorda il padre 'Inventore, produttore e amico di Padre Pio'

Corrado conti 2' di lettura 09/02/2011 -

Leggo spesso sul quotidiano on line "Vivere Senigallia" articoli inerenti senigalliesi che nei tempi passati hanno dato lustro alla nostra città. Nel lontano 10 febbraio 1958 all'età di 52 anni si spegneva, mio padre, Corrado Conti.



Lasciava 5 figli in tenera età di cui io ero il primogenito. Nacque a Castelleone di Suasa il 20 marzo del 1906 ed unico maschio di 6 figli L'uomo Corrado Conti, si fece subito notare a livello nazionale ed internazionale, per i tanti suoi brevetti, oltre 50, nel campo della meccanica, ottica e strumenti musicali. Questo gli valse la medaglia d'oro dalla Camera di Commercio di Ancona nel 1956.

Tra i suoi principali brevetti, voglio ricordare, il proiettore "Martin Elio", capostipite dei moderni proiettori odierni, usato nelle sue applicazioni, anche nelle parrocchie per l'insegnamento del Catechismo. Un altro brevetto, fu la Riserva a gas, un cilindro con un lungo collo, che serviva per sopperire alla mancanza di gas liquido per l'uso nelle cucine domestiche, quando questo, terminava nella bombola principale. Un brevetto passato alla storia, fu la fisarmonica "Monofonica" ovvero la trasformazione delle linguette per i suoni, di pelle in lamine metalliche.

Le sue invenzioni presero corpo nello stabile, sito in Viale Bonopera tra l'ex Columbia e le ex Carceri. Nello stesso, mio padre, fu il preside della scuola E.N.A.L.C. per la formazione di tanti tecnici specializzati nella lavorazione del legno e nel ferro. Molti di questi, aprirono attività industriali, ancora presenti nel nostro territorio. Da buon cattolico praticante, gli valse nel lontano 1933, la nomina di Presidente Diocesano dell'Azione Cattolica, dal vescovo Mons. Tito Maria Cucchi.

Era un carissimo amico di Padre Pio da Pietralcina con cui aveva una fitta corrispondenza epistolare oltre alle tante visite al convento cappuccino di San Giovanni Rotondo.. Si attivò anche nel campo turistico, facendo parte del Comitato della Settimana Motoristica delle Marche nella nostra città.

Solo alcuni mesi fa, ho scoperto dalle carte di famiglia, e da ricerche mirate nella Rete, che è stato il produttore del film "La Porta del Cielo" anno 1944 con la regia di Vittorio De Sica e la sceneggiatura di Cesare Zavattni. A tale scopo aveva fondato la "Conti Film di Senigallia" come da didascalia presente nel film stesso, in mio possesso.

Con la collaborazione di mio figlio Giorgio, è mia intenzione, mantenerne vivo il ricordo, organizzando una mostra dei suoi brevetti. Fu un padre al servizio dei Figli e con rammarico di tutti noi, fu richiamato prematuramente, alla Casa del Padre.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2011 alle 23:54 sul giornale del 10 febbraio 2011 - 5555 letture

In questo articolo si parla di attualità, Leonardo Maria Conti, corrado conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hdg


Gli inventori sono i veri benefattori dell'umanità!
Ecco da chi hai preso, Leo, per essere così creativo, un saluto.

Marco Maria Conti

Grazie zio di questo bel ricordo...
che peccato non averlo potuto conoscere.
Marco.




logoEV