Troppi cantieri in città e la viabilità va in tilt

2' di lettura 18/02/2011 -

Senigallia, città di cantieri aperti e tra nuove isole pedonali, blocco del traffico e lavori in corso, la viabilità va in tilt. Sono giorni di traffico intenso quelli che si stanno registrando lungo le principali arterie cittadine e non non soltanto nelle ore di punta.



Da mattina a pomeriggio, con le uniche eccezioni delle ore centrali del primo pomeriggio e delle ore notturne, percorrere anche poche centinaia di metri nel centro urbano diventa un'impresa. Rallentamenti invece si registrano spesso anche la statale. Venerdì ad esempio lunghe code si sono registrate da viale Bonopera fino a viale Leopardi per proseguire poi lungo lo stradone Misa. Mezz'ora invece il tempo medio per raggiungere in auto, intorno alle 16, il centro arrivando dalle rotatorie di via Giordano Bruno. Viale IV Novembre in particolare è risultato sovraccarico di mezzi (con la presenza anche di mezzi pesanti che non dovrebbero circolare a seguito del blocco del traffico) tanto che il semafori non riuscivano più a smaltire il flusso di traffico e le auto incolonnate diventavano un unico serpentone in coda.

Qui a complicare la situazione contribuisce la chiusura per lavori di via Petrarca, scorciatoia fondamentale per immettersi lungo lo stradone Misa. Ma anche all'incontro tra viale IV Novembre e largo Puccini le auto in fila, in attesa di immettersi su viale Leopardi, arrivavano fino ai semafori. Proprio su viale Leopardi i lavori in corso per la riqualificazione dei giardini Catalani, che proseguiranno fino all'estate, hanno ristretto la carreggiata riducendo dunque lo spazio e convogliando a imbuto il flusso di traffico. Ma complicare il tutto ci pesa il cantiere della complanare nella zona dell'ospedale.

La chiusura di via Po, per il rifacimento del cavalcavia e gli attracchi alla viabilità ordinaria del primo lotto della complanare, dirotta gran parte del traffico in entrata in città proprio sull'arceviese e poi in viale IV Novembre. La situazione poi non è migliore in questi giorni per chi arriva o procede verso nord, lungo via Cellini e via Mattei dove, a causa di alcuni lavori da parte dell'Enel, sulla carreggiata si procede a senso unico alternato. Nel fine settimana poi scatta un'altra allerta che stavolta riguarda la statale. Nella notte tra oggi e domani rimarrà chiuso al traffico il tratto autostradale compreso tra le stazioni di Fano e Marotta, in entrambe le direzioni di marcia. Un provvedimento che comporterà inevitabilmente un aumento del traffico anche in città.








Questo è un articolo pubblicato il 18-02-2011 alle 23:50 sul giornale del 19 febbraio 2011 - 2711 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hAL


Tutto ciò mi fa pensare che il concetto di "programmazione" e di coerenza amministrativa siano del tutto sconosciuti dalle parti della Giunta. Da un lato, si blocca la circolazione per le auto inquinanti e si allargano le ZTL. Dall'altro, si abbattono alberi, si scaricano sulle zone limitrofe gli effetti delle nuove ZTL e, soprattutto, non si programma la circolazione delle auto, obbligando gli automobilisti ad allungare i percorsi e a rimanere in fila, motore acceso, per ore. Per non parlare dei proclami sulla necessità di tutelare il lavoro locale, seguiti dalla ferma volontà di mandare a picco decine di attività commerciali...

Qualcuno mi fa capire la logica di queste scelte? Il primo che arriva assonnato in Giunta fa la sua?

Mariangela, se dieci anni di prepotenza in generale (anche fra le opposizioni e associazioni) e scelte a senzo unico non sono bastati per capire che forse bisognava avere meno puzza sotto il naso e piú senso di partecipazione...di che cosa vogliamo parlare adesso??