Montemarciano: scogliere, il Comune replica a Becci

mareggiate montemarciano 3' di lettura 25/02/2011 -

In merito alle critiche dei consiglieri Becci e Grilli sui ritardi nei lavori relativi alle scogliere, l’Assessore Como ha diffuso la seguente nota.



Spiace ma non sorprende constatare come per l’ennesima volta i consiglieri di minoranza preferiscano affidarsi alla demagogia piuttosto che all’evidenza dei fatti. I lavori di posizionamento dei nuovi tratti di scogliere e di riaffioramento di quelle soffolte hanno subito ritardi esclusivamente per tre motivi, tutti estranei a questa amministrazione. Il primo motivo è stato l’esposto giudiziario a suo tempo presentato congiuntamente dall’ex consigliere Macchia e dallo stesso consigliere Grilli, esposto peraltro reiterato dal medesimo consigliere Grilli nello scorso mese di settembre. Tali esposti hanno evidentemente (verrebbe da dire volutamente…) comportato un rallentamento dell’esecuzione dei lavori per via di un approfondito riesame delle scelte progettuali da parte degli enti interessati e dei tecnici regionali preposti, riesame che si è concluso con una concorde e convinta riconferma delle scelte stesse.

Il secondo motivo è rappresentato dal prosieguo ed inasprimento delle avverse condizioni meteorologiche che ha provocato sia ulteriori danni alla già compromessa situazione generale che un freno all’avvio ed allo svolgimento delle operazioni in mare, come nel caso della violenta mareggiata verificatasi nel periodo natalizio e delle altre occorse negli ultimi mesi. Il terzo motivo è dato dal costante e ad opinione dello scrivente in taluni casi eccessivo ritardo con cui la Capitaneria di Porto rilascia le imprescindibili autorizzazioni alla ripresa dei lavori quando questi devono essere sospesi per sopraggiunte condizioni avverse: si fa presente che non di rado questi ritardi hanno comportato interruzioni anche nell’ordine di settimane. Peraltro si ricorda di nuovo che la competenza nella problematica esposta è esclusivamente regionale e pertanto il compito ed il ruolo di questa amministrazione è quello di vigilare sul rispetto degli impegni assunti e di farsi portavoce delle legittime istanze della comunità: cose queste che si ritiene di aver sempre svolto al meglio delle proprie possibilità.

Ma al di là delle oggettive e, poiché documentabili, assolutamente evidenti motivazioni esposte, che dissipano senza alcuna possibilità di contraddittorio le demagogie e le inesattezze espresse dai suddetti consiglieri, lo scrivente si chiede se non debbano essere i consiglieri stessi a dover rispondere ad alcune interessanti domande. Ad esempio, su quali basi il consigliere Becci fonda i propri curiosi ragionamenti visto che sembra occuparsi del serio problema della costa con la competenza e la cognizione di causa che il sottoscritto avrebbe ad un convegno di fisica quantistica. Oppure con che faccia il consigliere Grilli avanza le sue accuse sperando che non ci si ricordi della tristezza della propria condotta allorquando, da candidato a Sindaco e dopo una visita in loco assieme al “proprio” Sottosegretario Menia, aveva assicurato che si sarebbe fatto promotore della richiesta dei finanziamenti ministeriali necessari alla definitiva soluzione del problema dell’erosione costiera… in caso di propria elezione! Ma forse di una cosa hanno entrambi ragione: la risposta a queste domande è talmente ovvia che non vale nemmeno la pena disturbarsi di elaborarla.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2011 alle 16:00 sul giornale del 26 febbraio 2011 - 2342 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, Comune di Montemarciano, mareggiate montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hO2


Assessore, se di fronte alla barzelletta/disastro del lungomare di Marina, evidenza dei fatti indiscutibile, sollevare una critica é demagogia credo che diverse figure dovrebbero avere almeno la coscienza di lasciare l´incarico amministrativo.

Lei cita il viceministro Menia come proprio di Grilli perché della sua parte politica. Ma se tra comune, provincia e regione governa da decenni e decenni lo stesso partito del quale anche lei ne fa parte dentro tale coalizione e non sa piú nemmeno giustificarsi, tant´é che l´amministrazione montemarcianese é l´unica ad uscire pubblicamente con comunicati imbarazzanti per cercare di limitare una perdita di consensi continua...che altro aggiungere??

In questi casi é meglio rimanere in silenzio.

assessore Como una domanda mi sorge spontanea quante volte e venuto a vedere come lavorano?
perché avete tolto il braccio, che anche se non serviva più per caricare gli scogli,almeno tratteneva la ghiaia, come mai avete tolto anche gli scogli della testa delllo stesso, come mai avete tolto con tanta fretta anche gli scogli tra la batana e la banana, ed ora il mare se sta rimangiato tutto.
ma l'esperto della regione aveva spiegato che sarebbe stato utile alzare le scogliere a pettine verso terra, e voi lunica che stava funzionando, l'avete tolta di mezzo, chi e che decide di fare certe scelte. Capisco caro assessore, che adesso giu el mare è freddo, ma solo adesso si può vedere, la potenza del mare, e gli effetti che ha sulla costa, tranquillo non è un obbligo d'altra parte tu hai gli esperti che lavorano per te, peccato che li vedo molto raramente, forse hanno paura di prendere il raffreddore e dopo chi lavra!capisco!

Ma perché non lo dite prima o durante, anziché a fatti avvenuti?

Enrico Cionna

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

Mi spiace sconsigliare il commento, ma per commentare è necessario registrarsi.




logoEV