contatori statistiche

'Le donne di Verdi' alTeatro Moriconi per ricordare la festa delle donne

Fondazione Pergolesi Spontini 3' di lettura 04/03/2011 -

Si intitola “Le donne di Verdi” il concerto promosso ed organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Jesi, per martedì 8 marzo alle ore 18,30 al Teatro Moriconi di Jesi. INGRESSO GRATUITO.



Il concerto si propone come un omaggio musicale offerto a tutte le donne nel giorno della loro Festa (anche gli uomini saranno i benvenuti!). Le musiche sono tratte da alcune tra le più celebri opere di Verdi, con le arie delle protagoniste femminili di Macbeth, Nabucodonosor, La forza del Destino, Aida, Don Carlo, La Traviata e Rigoletto interpretate da giovani cantanti di grande talento, emerse dal Progetto Sipario della Fondazione Pergolesi Spontini: i soprani Marta Torbidoni e Veronica Gasparini ed il mezzosoprano Elena Bresciani, accompagnate al pianoforte da Marta Tacconi.

Il programma musicale si intreccia con la lettura di testi dall’epistolario di Giuseppina Strepponi, moglie di Verdi, e dalle opere letterarie cui il grande compositore si ispirò, tutti rielaborati e letti da Valeria Esposito: il Macbeth di William Shakespeare, Le roi s’amuse di Victor-Marie Hugo, e La Signora delle Camelie di Alexandre Dumas figlio.

Seguendo il filo conduttore delle “donne di Verdi”, il concerto fa emergere in particolare la straordinaria modernità del soprano Giuseppina Strepponi (Lodi, 1815 - Sant'Agata 1897), prima interprete di Abigaille nel Nabucco che consacrò Verdi alla fama universale, ma nota soprattutto come seconda moglie del compositore. La Strepponi entrò nella vita di Verdi quando già era una cantante famosa, favorendo presso l’impresario Merelli la rappresentazione al teatro della Scala dell’opera dell’ancora sconosciuto maestro di Busseto, Oberto conte di San Bonifacio. Ma la salute malferma e le fatiche di una vita intensa e disordinata non le permetterono che una carriera di breve durata. Donna indipendente, affascinante, dotata di talento, cultura e sensibilità non comuni, intrecciò con Verdi una relazione solidissima, ed una convivenza destinata a durare dal 1848 al 1859. Giuseppina accompagnò intelligentemente il Maestro nella feconda attività artistica e nella appartata vita privata a Villa Sant'Agata, presso Busseto. Con la sua grande esperienza di cantante, fu per Verdi anche una collaboratrice valida e fidata, prodiga di consigli e suggerimenti. La relazione con il compositore si ufficializzò il 29 agosto 1859, quando si sposano nella chiesa di Collognes-sous-Saléve, in Savoia, con il campanaro e il cocchiere come unici testimoni del matrimonio. Di eccezionale importanza per la biografia verdiana sono i suoi carteggi, in buona parte pubblicati.

Martedì 8 Marzo 2011, ore 18.30 - Jesi, Teatro V. Moriconi
In occasione della Festa delle Donne

"Le donne di Verdi"

musica di Giuseppe Verdi

arie da Macbeth, Nabucodonosor, La forza del Destino, Aida, Don Carlo, La Traviata e Rigoletto

Testi dall’epistolario di Giuseppina Strepponi, da William Shakespeare, Victor-Marie Hugo e Alexandre Dumas figlio rielaborati e letti da Valeria Esposito

soprano Marta Torbidoni, Veronica Gasparini

mezzosoprano Elena Bresciani

voce recitante Valeria Esposito

pianoforte Marta Tacconi

Ingresso gratuito

INFO: Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi, dal mercoledì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30 e da un’ora prima dell’inizio del concerto, Tel. 0731 206888

biglietteria@fpsjesi.com www.fondazionepergolesispontini.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2011 alle 18:59 sul giornale del 05 marzo 2011 - 1025 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/h7E





logoEV
logoEV